Santo del giorno - SANTA GIOVANNA D'ARCO, vergine

Santa Giovanna d'Arco, vergine. Nacque a Domrémy da Jacques Darc ed Isabelle Romée, in una famiglia di contadini della Lorena, ma appartenente alla parrocchia di Greux ed alla castellania di Vaucouleurs, soggetta alla sovranità francese. Secondo le testimonianze del tempo, era una ragazzina molto devota e caritatevole; nonostante la giovane età visitava e confortava i malati e non era insolito che offrisse il proprio giaciglio ai senzatetto per dormire lei stessa per terra, sotto la copertura del camino.
All'età di tredici anni iniziò a udire voci celestiali spesso accompagnate da un bagliore e da visioni dell'Arcangelo Michele, di Santa Caterina e di Santa Margherita, come sosterrà in seguito.

Lasciò giovanissima la casa paterna per seguire il volere di Dio, rivelatole dalle voci misteriose che udiva, secondo il quale avrebbe dovuto liberare la Francia dagli Inglesi. Presentatasi alla corte di Carlo VII, ottenne dal re di poter cavalcare alla testa di un'armata e, incoraggiando le truppe con la sua ispirata presenza, riuscì a liberare Orleans e a riportare la vittoria di Patay. Lasciata sola per la diffidenza della corte e del re, Giovanna non potè condurre a termine, secondo il suo progetto, la lotta contro gli Anglo-Borgognoni; fu dapprima ferita alle porte di Parigi e nel 1430, mentre marciava verso Compiegne, fatta prigioniera dai Borgognoni, che la cedettero agli Inglesi. Portata a Rouen davanti a un tribunale di ecclesiastici, dopo estenuanti interrogatori fu condannata per eresia ed arsa viva. Nel 1456 papa Callisto III, al termine di una seconda inchiesta, dichiarò la nullità di tale processo. Beatificata nel 1909 da Pio X e canonizzata nel 1920 da Benedetto XV, Giovanna fu proclamata patrona di Francia.

Accadde oggi

30 Maggio

1431 - A Rouen, in Francia, muore la diciannovenne Giovanna d'Arco

1989 - A piazza Tiananmen la statua della "dea della democrazia" (8 metri) viene inaugurata dagli studenti dimostranti

Frase del giorno

"La carità ci congiunge intimamente a Dio" (San Clemente) 

Il Santo di domani: SAN MARCO, Evangelista