Santo del giorno - SAN SATURNINO

San Saturnino di Cartagine, martire, che, come riferisce il papa san Damaso, sotto l’imperatore Decio fu torturato sul cavalletto in patria per la sua fede in Cristo e poi mandato esule a Roma, dove, superati altri atroci supplizi, convertì alla fede il tiranno Graziano e infine, il 29 novembre del 304 d.C. venne decapitato insime al diacono Sisino ottenendo la corona del martirio.

Il Martirologio Romano ci parla così del santo: "A Roma, sulla via Salaria, il natale dei santi Martiri Saturnino il vecchio, e Sisinio Diacono, sotto il Principe Massimiano i quali, lungamente straziati in prigione, per ordine del Prefetto della città furono sospesi sull'eculeo e stirati con nervi, percossi con bastoni e scorpioni, quindi bruciati con fiamme, e finalmente, deposti dall'eculeo, furono decapitati. I corpi dei due martiri furono poi sepolti da Trasone nella sua proprietà sulla Salaria nova".

Secondo una leggenda il corpo di San Saturnino è stato portato a Toffia (Rieti) insieme a quello di San Sisinio nel 558. Si racconta che quando il carro che portava le due bare arrivò a Toffia, all’altezza delle Ripe di San’Antonio sulla strada originale di Toffia, i cavalli si inginocchiarono e non vollero più proseguire e le campane della chiesa di San Lorenzo si misero a suonare da sole, per cui i preziosi corpi furono tumulati in questa chiesa.

Accadde oggi

29 Novembre

1223 - Papa Onorio III approva la Regola definitiva di San Francesco d'Assisi, in seguito detta bollata

1975 - Il nome "Micro-soft" (da microcomputer software) viene usato da Bill Gates in una lettera a Paul Allen, per la prima volta

Frase del giorno

Se vuoi arrivare primo, corri da solo. Se vuoi arrivare lontano, cammina insieme. (Proverbio africano)

Il Santo di domani: SAN FEDERICO, vescovo e martire