Santo del giorno - SAN ROMANO DI CONDAT, abate

San Romano di Condat, abate (V secolo d.C.). Da "La Vita Patrum Jurensium" sappiamo che per primo ebbe l’idea di isolarsi in prossimità delle foreste del Giura in Francia, conducendo vita eremitica secondo il modello degli antichi monaci, divenendo poi padre di moltissimi seguaci. Sappiamo infatti che i primi contatti del monachesimo orientale col mondo latino furono propiziati dai frequenti esili del secolo IV d.C., in questo periodo prese il via il monachesimo occidentale, destinato a produrre effetti di spirituale perfezione e di civile progresso.

Per la sua fama, il vescovo Ilario di Besancon, lo ordinò sacerdote. Non contento della pur rigida regola che vigeva nel suo monastero, munito di un testo della Sacra Scrittura e con gli attrezzi da lavoro sulle spalle, Romano si inoltrò tra le inesplorate montagne della zona. Con il fratello Lupicino ed altri, fondò un grande monastero a Condat, un secondo a Leuconne e un monastero femminile di clausura a La Beaume, di cui fu badessa una loro sorella.

Spirito tollerante, incline alla comprensione e alla magnanimità, il dolce e piissimo monaco prima di morire tornò definitivamente alla solitudine di Condat. Morì là nel 463 d.C.

Accadde oggi

28 Febbraio

202 a.C. – Con l'incoronazione di Gao Zu iniziano i quattro secoli di dominazione della dinastia Han sulla Cina

1983 – L'ultimo episodio di M*A*S*H viene trasmesso negli Stati Uniti, divenendo l'episodio televisivo più visto della storia, con un numero di spettatori superiore ai 100 milioni

Frase del giorno

"Ci sono sempre mille soli al di là delle nuvole" (Proverbio indiano)

Il Santo di domani: SAN MARCO, Evangelista