Santo del giorno - SAN LIBERATO

San Liberato (Liberale), martire di Roma (III sec. d.C.), originariamente citato nel Martirologio Geronimiano, il suo nome fu poi inserito anche nel Martirologio Romano nel XVI secolo sempre il 20 dicembre.

Liberato era un console, discendente da nobile famiglia, che fattosi cristiano si innamorò di Cristo, rinunziando alla carriera, alla politica, agli agi della nobiltà e seguendo la nuova via dell'amore fraterno e della fede in Dio, venne arrestato e condannato a morte, sotto il regno di Claudio il Gotico (269-270 d.C.).

Un certo Florio, eresse in onore del martire il mausoleo tombale, con la speranza di ottenere da Dio un giusto premio per la sua venerazione dei santi; in una lapide messa dallo stesso Florio, egli racconta che il sepolcro era stato profanato durante l'invasione di Alarico nel 410 d.C. e che lui fedele devoto, l'aveva restaurato.Gli itinerari del VII secolo citano s. Liberato sepolto nel sottosuolo della basilica dedicata al martire Giovanni.

 

CURIOSITÀ: Il suo nome era più propriamente Liberale, in latino Liberalis, tradotto poi erroneamente in Liberatis. Il nome ha origine latina e significa "liberato dalla schiavitù", venne adottato dal cristianesimo per indicare "liberato dalla schiavitù del peccato o del paganesimo".

Accadde oggi

20 Dicembre

1577 – Un devastante incendio distrugge la Sala del Maggior Consiglio nel Palazzo Ducale di Venezia

1973 – Il primo ministro spagnolo Luis Carrero Blanco muore a Madrid a seguito di un attentato dell'ETA

Frase del giorno

"Ci sono due cose che un uomo non può nascondere: quando è ubriaco e quando è innamorato" (Antifonte)

Il Santo di domani: SANTA MARCELLINA, vergine