Santo del giorno - SAN GALDINO, vescovo

San Galdino, vescovo di Milano (dal 1166 al 1176 d.C.). Si adoperò per la ricostruzione della città distrutta dalle guerre per il potere e, al termine di un discorso contro gli eretici, rese lo spirito a Dio (dal Martirologio Romano). Nato a Milano, si avviò alla vita ecclesiastica, nel 1160 è arcidiacono della cattedrale. Nel 1162 assiste alla distruzione della città ordinata dall'Imperatore Federico I Barbarossa.

Visse lo scisma nella Chiesa (XII secolo). Lui e l'arcivescovo Oberto sono schierati con Alessandro III, eletto papa nel 1159 da una parte dei cardinali, mentre altri eleggevano il filo-tedesco, antipapa, Ottaviano de' Monticelli col nome di Vittore VI.  Nel 1165 Galdino viene nominato cardinale e succedette a Oberto sulla cattedra di Ambrogio. La città però è in rovina. Nel 1167 incomincia la ricostruzione, e uno dei protagonisti è proprio Galdino.

Riorganizza la Chiesa in Lombardia e pianifica il soccorso ai molti poveri. Rimesse in piedi le strutture fondamentali vecchie e nuove, dice agli amministratori e fa incidere sulla pietra: "Voi siete qui solo per servire i poveri". Restaura la cattedrale, aiutato da donne milanesi che donano i pochi gioielli salvati dai saccheggi del Barbarossa. Morirà nel 1176 sul pulpito della chiesa di Santa Tecla, dopo un sermone. Lo stesso Alessandro III lo proclama santo.

CURIOSITÀ: Nel XIX secolo Manzoni ha dato il nome "Fra Galdino" al loquace frate dei Promessi sposi. Probabilmente anche in memoria del pane per i poveri, che per molto tempo in Milano si chiamò appunto "pane di san Galdino".

Accadde oggi

18 Aprile

1938 – Usa: sul numero 1 della rivista Action Comics appare la prima storia del personaggio a fumetti Superman

1955 – Muore Albert Einstein, fisico e filosofo tedesco, ideatore della Teoria della relatività

2002 – Viene annunciata la scoperta in Africa di un nuovo ordine di insetti a metà strada tra le mantidi e i fasmidi, i Mantophasmatodea

 

Frase del giorno

"Sforzandoci, possiamo facilmente imparare a sopportare le avversità - soprattutto, quelle di un altro" (Mark Twain)

Il Santo di domani: SAN MARCO, Evangelista