Vaccini, Pfizer assicura: “All’Italia 40 milioni di dosi entro l’anno”

Pfizer: "Lo stabilmento in Belgio, è stato ampliato. Consegneremo i vaccini previsti nel primo trimestre e molti di più nel secondo"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:01
Il vaccino anti Covid prodotto da Pfizer

Entro l’anno 40 milioni di dosi di vaccino Pfizer andranno all‘Italia. E’ quanto ha assicurato alla Stampa Paivi Kerkola, l’Ad di Pfizer Italia. “Il contratto è con la Commissione Europea e la divisione delle forniture è una questione tra Ue e Stati membri”, ha affermato.

Ampliato l’impianto della Pfizer in Belgio

“Pfizer e BioNTech lavorano incessantemente per fornire al mondo 2 miliardi di dosi entro il 2021 – ha proseguito Kerkola -. Il nostro stabilimento a Puurs, in Belgio, è stato ampliato e la produzione è più veloce. Consegneremo i vaccini previsti nel primo trimestre e molti di più nel secondo”, ha concluso.

I ritardi nelle consegne

Lo scorso 19 gennaio, l’Unità di Crisi Covid-19 della Regione Lazio aveva annunciato l’ennesimo ritardo nelle consegne. “Abbiamo avuto comunicazione che le consegne previste per oggi del vaccino Pfizer pari a 32.760 dosi sono slittate alla giornata di domani. Verificheremo attentamente se verranno consegnate, ma questa modalità a singhiozzo crea numerosi problemi organizzativi a tutto il sistema”, aveva detto l’Unità di Crisi.

“Le riduzioni temporanee nelle consegne delle dosi di vaccino anti-Covid di Pfizer-BioNTech hanno nulla a che fare con le differenze, riscontrate nel novembre 2020 e comunicate all’Agenzia Europea dei Medicinali (Ema), della quantità di mRNA nei lotti utilizzati negli studi clinici e nei primi lotti destinati alla commercializzazione”, aveva risposto Pfizer.

“Le consegne iniziali del vaccino AstraZeneca all’Ue sono inferiori agli obiettivi prestabiliti – aveva spiegato – a causa di un problema tecnico della produzione“. “I volumi iniziali – aveva detto il portavoce – sono inferiori a quanto originariamente previsto a causa della riduzione dei rendimenti in un sito di produzione all’interno della nostra catena di fornitura europea”.

In Italia vaccinate 4 milioni di persone

Sono oltre 4 milioni le dosi di vaccino somministrate in Italia, di cui 1,37 milioni di richiami. Risale – secondo il bollettino del ministero della salute del 26 febbraio – il tasso di positività nazionale che passa al 6,3%. I morti ieri sono stati 235. Cambiano colore diverse regioni italiane.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.