Unicef: “Drammatico peggioramento della fame nel mondo”

Unicef: "Lo scorso anno circa un decimo della popolazione mondiale (fino a 811 milioni di persone) era sottoalimentato"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:11
unicef

C’è stato un drammatico peggioramento della situazione della fame nel mondo nel 2020, hanno dichiarato oggi le Nazioni Unite – e ciò è da ricollegarsi, in larga misura, alle ricadute della pandemia di COVID-19. Lo scrive Unicef in un comunicato stampa.

Sebbene non sia ancora stata effettuata una mappatura completa dell’impatto della pandemia, prosegue Unicef, secondo un rapporto multi-agenzia lo scorso anno circa un decimo della popolazione mondiale (fino a 811 milioni di persone) era sottoalimentato. Questo dato indica che il mondo dovrà compiere uno sforzo imponente per tenere fede all’impegno di porre fine alla fame entro il 2030.

La prima valutazione globale nell’era della pandemia

L’edizione di quest’anno dello “Stato della sicurezza alimentare e della nutrizione nel mondo” rappresenta la prima valutazione globale di questo tipo nell’era della pandemia. Il rapporto è pubblicato congiuntamente dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), dal Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo (IFAD), dal Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF), dal Programma Alimentare Mondiale (PAM) e dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

A rischio la sicurezza alimentare dei bambini

Le edizioni precedenti avevano già lanciato l’allarme, segnalando che era a rischio la sicurezza alimentare di milioni di persone, tra cui molti bambini. “Purtroppo la pandemia continua a fare emergere le carenze dei nostri sistemi alimentari, carenze che minacciano le vite e i mezzi di sussistenza di molte persone in tutto il mondo”, scrivono i responsabili delle cinque agenzie dell’ONU** nella prefazione del rapporto di quest’anno.

Avvertono inoltre che siamo in una “fase critica” ma ripongono nuove speranze in un rinnovato slancio diplomatico. “Quest’anno abbiamo l’opportunità senza precedenti di compiere progressi nel campo della sicurezza alimentare e della nutrizione attraverso la trasformazione dei sistemi alimentari grazie al Vertice delle Nazioni Unite sui sistemi alimentari, al vertice “Nutrizione per la crescita” e alla COP26 sui cambiamenti climatici”, che si terranno a breve.

“L’esito di questi eventi”, aggiungono, “continuerà a plasmare la […] seconda metà del Decennio d’azione delle Nazioni Unite sulla Nutrizione, un impegno politico globale che non ha ancora raggiunto la sua velocità di crociera.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.