Quando avviene il contagio da Covid? Ecco i cinque giorni cruciali

Secondo uno studio su 9000 persone, sarebbero i due giorni prima e i tre dopo la comparsa dei sintomi quelli più contagiosi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:07

Quando avviene il contagio da Covid da pazienti infetti a sani? Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Jama Internal Medicine Boston University School of Public Health (BUSPH) i pazienti Covid sono più contagiosi da due giorni prima fino a tre giorni dopo l’esordio dei sintomi.

L’indagine ha coinvolto un gruppo di individui risultati positivi al coronavirus e un totale di 9000 contatti stretti (tra familiari, colleghi di lavoro e altre persone a stretto contatto abituale) seguiti con il contact tracing. Lo studio rinforza anche l’idea che una persona col covid è più contagiosa quando è sintomatica.

Gli esperti hanno studiato i tempi con cui gli elementi di queste reti sociali risultavano a loro volta positivi al virus ed è emerso che in gran parte i contagi avvenivano quando il contatto con la persona infettata avveniva poco prima o subito dopo la comparsa in quest’ultimo di sintomi riconoscibili.

“I nostri risultati suggeriscono che i tempi di esposizione sono importanti per la trasmissione del virus, e questo fornisce ulteriore evidenza del fatto che i test rapidi e la quarantena dopo che qualcuno è stato male sono un passo cruciale per controllare l’epidemia” – spiega l’autore del lavoro Leonardo Martinez.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.