Allarme Oms: “Immunizzazioni a rilento, l’Europa rischia altri 236 mila morti”

Kluge (Oms): "La scorsa settimana c'è stato un aumento dell'11% dei decessi e nel frattempo le vaccinazioni sono diminuite del 14%"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:50

Dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) è arrivato un allarme sul rallentamento del ritmo delle immunizzazioni in Europa. Il direttore per l’Europa, Hans Kluge, ha messo in guardia rispetto al calo delle iniezioni, che secondo proiezioni ritenute affidabili rischiano di far salire l’asticella dei morti a 236mila in più entro dicembre.

L’allarme dell’Oms e la variante Delta

“Alcuni Paesi stanno cominciando ad avere un carico crescente sugli ospedali e più vittime – ha avvertito Kluge -. La scorsa settimana c’è stato un aumento dell’11% nel numero dei decessi” e nel frattempo le vaccinazioni “sono diminuite del 14% a causa di una mancanza di accesso ai sieri in alcuni Paesi”, per No Vax e negazionisti in altri.

Sostanzialmente i fattori che pesano sull’incremento dei contagi, secondo quanto riassunto, sono la variante Delta – ora segnalata in 50 Paesi europei su 53 -, “l’allentamento” delle misure di sanità pubblica e un’impennata dei viaggi estivi.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.