Il ministro Speranza stanzia mezzo miliardo per recuperare le prestazioni sospese

Annunciato lo stazionamento durante il meeting di Alleanza Contro il Cancro, obiettivo è recuperare il terreno perduto sulle diagnosi precoci

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:14

“L’epidemia da Sars-Cov-2 ha causato un rallentamento nell’attuazione dei programmi di screening e ciò ha influito sulle diagnosi precoci di molte patologie, tra cui quelle tumorali. Per favorire il recupero delle prestazioni diagnostiche e terapeutiche, il Ministero della Salute ha promosso un primo finanziamento straordinario di circa mezzo miliardo, mettendolo a disposizione delle Regioni, poi esteso per tutto il 2021. Dovremo insistere su questo terreno”.

Lo ha affermato il Ministro della Salute, Roberto Speranza, in un video messaggio all’apertura dei lavori dell’Annual Meeting della Rete Oncologica Nazionale – Alleanza Contro il Cancro (Acc), in corso a Bari.

Il Ministro ha poi ringraziato Alleanza Contro il Cancro “che attraverso i suoi centri di eccellenza ed avanzati programmi di ricerca clinica e traslazionale contribuisce ad elevare i livelli di assistenza, cura e riabilitazione dei pazienti oncologici su tutto il territorio nazionale.

“Guardiamo al domani facendo tesoro delle conoscenze acquisite e avendo piena fiducia nella scienza”. Ad ACC, la Rete oncologica nazionale fondata nel 2002 dal Ministero della Salute, aderiscono 28 Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS), AIMaC, Italian Sarcoma Group, Fondazione CNAO e Istituto Superiore di Sanità – che ne ospita gli uffici. La missione di Alleanza contro il Cancro è portare l’innovazione tecnologica e organizzativa dalla ricerca di base alla pratica clinica, elevando e uniformando il livello di assistenza, cura e riabilitazione dei pazienti oncologici su tutto il territorio nazionale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.