Long Covid, la vaccinazione ne riduce gli effetti

Lo riporta uno studio dell’Università di Bar llan, in Israele, su una ricerca effettuata tra il marzo 2020 e il giugno 2021

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:24

Per chi ha contratto il Sars-Cov-2, dopo la fase acuta dell’infezione possono presentarsi sintomi come stanchezza, debolezza muscolare, disturbi del sonno e altri ancora, raccolti nel termine “ombrello” Long Covid. Secondo uno studio israeliano condotto dall’Università di Bar Ilan e attualmente in corso di pubblicazione, il vaccino sembra ridurre questi effetti della malattia.

Lo studio

I ricercatori israeliani hanno condotto il loro studio nel periodo che va da marzo 2020 a giugno 2021, con lo scopo di analizzare gli effetti del mancato recupero dalla malattia a distanza di settimane o addirittura mesi dopo la fase acuta.
Ci l’affaticamento (22%), il mal di testa (20%), la debolezza (13%) e il dolore muscolare persistente (10%), tra i sintomi riportati con maggiore frequenza nel post-malattia. Nel corso della ricerca gli studiosi anche osservato che chi aveva completato il ciclo vaccinale avevano meno probabilità di riportare uno di questi sintomi. La riduzione è stata del 64% per l’affaticamento, del 54% per il mal di testa, del 57% per la debolezza e del 68% per il dolore muscolare persistente.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.