Herpes simplex. È allo studio una terapia genetica

Negli Usa ricercatori hanno trovato come rimuoverlo definitivamente.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:11

Che cos’è?

L’herpes è una infezione virale della cute o delle mucose visibili che si manifesta con lesioni vescicolari riunite “a grappolo”. Il termine deriva dal greco e significa “eruzione” proprio perché le vescicole compaiono sulla pelle quasi all’improvviso.

Si calcola che 4 persone su 5 abbiano nel sangue anticorpi contro il virus herpes, tipico delle lesioni labiali. Questo significa che, magari in forma del tutto silente, hanno avuto durante la loro vita almeno un “incontro” con il virus.

Una volta che arriva non se ne va più via, dorme dentro il corpo in attesa del prossimo periodo di stress. Parte con un’infezione primaria, poi raggiunge lo stato di latenza e mette in atto infezioni multiple nel corso della vita. Proprio per questo per alcuni soggetti l’herpes sulle labbra rappresenta un fastidio ricorrente.

 

Come si manifesta

Prevalentemente le lesioni si localizzano sulle labbra e la loro comparsa viene preceduta da una sensazione di bruciore, di prurito e di calore che interessa una zona del labbro che appare anche arrossata. Dopo poche ore, in quel preciso punto,  compaiono piccole vescicole rotondeggianti, ripiene di un liquido chiaro; qualche giorno dopo queste vescicole si rompono e si ricoprono di crosticine giallastre per poi scomparire del tutto nel giro di una decina di giorni. Il virus, però, rimane latente, va come a nascondersi all’interno di alcune strutture nervose pronto, al momento giusto, a riattivarsi per dare origine ad una recidiva localizzata sempre nella stessa sede dove ha avuto luogo l’infezione primaria.

Come si cura

Generalmente l’herpes labiale guarisce da sé. Ci sono dei rimedi che consentono di accelerare il processo di guarigione. Utili possono essere le pomate antivirali, come quelle a base di aciclovir, da applicare proprio sull’herpes labiale più volte al giorno. In alternativa, si può ricorrere a dei piccoli cerotti, chiamati patch, che facilitano la guarigione e creano anche una barriera di protezione dagli agenti esterni

I ricercatori del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle (Usa) hanno individuato nell’editing genetico il modo per rimuovere definitivamente il virus dell’herpes simplex latente  1 (HSV-1)Usa). Lo studio ha utilizzato due serie  di “forbici genetiche” per danneggiare il Dna del virus, mettere a punto un veicolo di somministrazione alle cellule infette e indirizzare le vie nervose che collegano il collo al viso, raggiungendo il tessuto dove l’HSV-1 è dormiente. Il Dna finisce per spezzarsi, la cellula riconosce il Dna spezzato come “spazzatura” e lo distrugge. Keith Jerome, primo autore dello studio i cui risultati sono stati pubblicati su Nature Comunications, ha detto: “Questa è la prima volta che gli scienziati sono stati in grado di entrare ed effettivamente eliminare la maggior parte dell’herpes in un corpo umano” .

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.