Gli “alimenti scudo”: come difendere la salute dei bambini

La ricerca italiana ha conquistato una multinazionale Usa per la sua scoperta sul rapporto tra i nuovi alimenti e le difese immunitarie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:49
bambini

Come mettere a punto alimenti innovativi capaci di modulare le difese dei bambini? L’obiettivo è proteggerli da infezioni e malattie del sistema immunitario. Una linea di ricerca d’avanguardia, tutta made in Italy, che ha conquistato l’interesse della multinazionale statunitense Kraft-Heinz. L’azienda è presente in 40 Paesi con più di 42.000 dipendenti e nota in Italia per marchi come Plasmon e Nipiol. Punto fondamentale è il protocollo d’intesa scritto per aprire una sede operativa dedicata alla ricerca. Questa sarà presso il Ceinge-Biotecnologie Avanzate di Napoli.

Come si è sviluppata l’idea

L’idea è nata dalla collaborazione ormai consolidata tra la Kraft-Heinz e il gruppo di ricerca di Roberto Berni Canani. Lui è un esperto di gastroenterologia e nutrizione pediatrica del Ceinge e dell’Università Federico II di Napoli. Il suo team ha condotto diversi studi sulle proprietà benefiche di un nuovo prodotto. Questo nasce dalla fermentazione del latte vaccino con il probiotico di origine umana Lactobacillus paracasei CBA L74.

bambini

La prevenzione in età pediatrica

I suoi effetti positivi nella prevenzione delle infezioni in età pediatrica hanno portato alla commercializzazione di una nuova linea di formule per l’infanzia in grado di proteggere i bambini dalle infezioni respiratorie e gastrointestinali.

Gli obiettivi del progetto per i bambini

Grazie a questo nuovo accordo, “gli specialisti della Kraft-Heinz saranno affiancati dai ricercatori del Ceinge e avranno a disposizione tecnologie di ultima generazione” spiega Mariano Giustino, amministratore delegato del Ceinge. “Crediamo fortemente nell’importante contributo che i ricercatori del Ceinge potranno dare allo sviluppo nei nostri prodotti”, commenta Andrea Budelli, Presidente Continental Europe KraftHeinz Company. “Come obiettivo di breve scadenza – precisa – vogliamo continuare le attività di caratterizzazione biologica e funzionale delle ‘matrici fermentate’ o ‘post-biotici’. Si tratta di un’area di ricerca ‘Made in Italy’ di notevole impatto per la nutrizione umana. Questo studio ha permesso la messa a punto di prodotti di grande successo nel nostro Paese. Inoltre ben presto verrà esportata in altri Paesi europei ed extra europei”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.