Gimbe: 4,8 mln gli italiani non vaccinati. Al via le vaccinazioni Novavax a Lecce

Sono 7,03 milioni le persone che non hanno ricevuto nemmeno una dose. Al via da oggi la somministrazione a Lecce di vaccino Novavax per gli over 18

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:25
Nino Cartabellotta, Presidente Gimbe

In Italia, al 2 marzo, sono 7,03 milioni le persone che non hanno ricevuto nemmeno una dose di vaccino, di cui 2,27 milioni guarite da Covid-19 da meno di 180 giorni e pertanto temporaneamente protette: le persone attualmente vaccinabili sono dunque circa 4,8 milioni, un dato che non tiene conto delle esenzioni di cui non si conosce il numero esatto. Lo evidenzia il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe sulla situazione epidemiologica Covid in Italia.

Vaccino, aggiornamento Italia: 134.318.859 somministrazioni

Sono 134.318.859 le dosi di vaccino anti-Covid somministrate in Italia, il 96,1% del totale di quelle consegnate pari finora a 139.806.120 (nel dettaglio 93.218.465 Pfizer/BioNtech, 25.444.330 Moderna, 11.544.818 Vaxzevria-AstraZeneca, 6.726.089 Pfizer pediatrico, 1.849.418 Janssen e 1.023.000 Novavax). E’ quanto emerge dal report del commissario straordinario per l’emergenza sanitaria aggiornato alle ore 6.17 di oggi.

Da oggi al via le vaccinazioni Novavax a Lecce

Al via da oggi la somministrazione a Lecce di vaccino Novavax per gli over 18. La ASL ha organizzato sedute vaccinali dedicate alla somministrazione del nuovo vaccino anti Covid le cui prime 70.000 dosi sono giunte in Puglia la scorsa domenica per poi essere ripartite tra le differenti province. Si parte oggi dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 15 alle 17.30 presso il punto di vaccinazione della caserma Zappalà di Lecce.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.