Covid, Cina: dopo un mese rimosso il lockdown a Xi’an

Sono 72 i casi di Covid-19 confermati dal 4 al 22 gennaio nell'ambito delle attività legate alle Olimpiadi invernali di Pechino 2022

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:35

Le autorità sanitarie cinesi hanno revocato ufficialmente dopo un mese il lockdown totale contro il Covid a Xi’an, il capoluogo dello Shaanxi, consentendo ai suoi 13 milioni di residenti il ritorno alla normalità. L’annuncio, fatto in mattinata, ha fatto seguito al riavvio dei voli commerciali deciso ieri, a segnalare una situazione sotto controllo.

Xi’an, che si trova a circa 1.000 chilometri a sudovest di Pechino, dove si apriranno i Giochi olimpici invernali il 4 febbraio, aveva varato due giorni fa un lockdown totale, in stile Wuhan, bloccando l’accesso alla città a seguito dell’emersione di un focolaio di variante Delta. La città ha registrato in un mese circa 2.053 casi confermati di contagio locale, nel conteggio aggiornato a ieri.

Tolleranza zero al virus

Xi’an – scrive Ansa – è stato un delicato banco di prova della “tolleranza zero” al Covid voluta dal Partito comunista, basata su blocchi mirati, restrizioni di viaggio e test di massa ogni volta che viene scoperto un caso.

Ora tutte le aree classificate in precedenza ad alto e medio rischio sono state riconsiderate a basso rischio, come tutta la città, consentendo ai residenti di viaggiare liberamente con la app del Green pass cinese (‘zhangjiakou’), in base a quanto comunicato dalle autorità municipali della locale Commissione di prevenzione e controllo delle epidemie, secondo cui traffico, lavoro e produzione sono ritornati a regime.

“Basso rischio non vuol dire liberi dal rischio. La città continuerà ad attuare le misure di prevenzione e controllo delle epidemie”; ha affermato Liu Feng, a capo del Centro provinciale di prevenzione e controllo delle malattie, secondo i media locali.

Covid: Pechino 2022, rilevati finora 72 casi

Sono 72 i casi di Covid-19 confermati dal 4 al 22 gennaio nell’ambito delle attività legate alle Olimpiadi invernali di Pechino 2022, secondo una nota del Comitato organizzatore, a meno di due settimane dall’apertura dei Giochi del 4 febbraio. Nel dettaglio, 39 contagi sono stati rilevati all’arrivo al Capital, all’aeroporto internazionale di Pechino, mentre altri 33 sono stati segnalati nel sistema delle bolle a circuito chiuso. Nessun atleta coinvolto, ma solo “parti interessate”, tra cui personale della radiodiffusione, di federazioni internazionali, di partner di marketing, di media e di forza lavoro in generale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.