Perché la Chiesa ha scelto San Giuseppe da Copertino come patrono degli studenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:06

Anche i Santi hanno vissuto la fatica dello studio, talvolta una vera lotta con i propri limiti; però si sono affidati a Dio e non hanno smesso di lavorare per superare le difficoltà come San Giuseppe da Copertino, santo del 1600, protettore degli studenti. Dalla Puglia, dove nacque, arriva un messaggio: Dio premia sempre le fatiche dei suoi figli. Giuseppe aveva una meta, voleva diventare francescano e prete; privo delle scuole, tentò di recuperare da autodidatta. La forza di volontà non gli mancava, messa a dura prova dallo studio del latino, dalla conoscenza del breviario e delle regole dell’ordine. Furono quelle fatiche a far realizzare il suo sogno, anche se per gli studi non era portato. Per diventare diacono c’era un esame: leggere, cantare e spiegare un brano del Vangelo, in latino chiaramente. Fra’ Giuseppe si preparò sul più breve di tutti e all’esame gli chiesero proprio quello.

Gli esami – si sa – non finiscono mai e restava infatti lo scoglio più grosso per il sacerdozio. La notte prima degli esami fu di preghiera e poi in fila, fra gli ultimi, dinanzi al Vescovo esaminatore. Dio ascolta sempre le preghiere degli umili e così il Vescovo fu costretto a sospendere gli esami all’improvviso e a lasciar passare gli ultimi, tra cui il nostro Giuseppe, senza esame. La Chiesa ha scelto San Giuseppe da Copertino come protettore degli studenti per indicare a chi studia, che il Signore ha un progetto per ciascuno e che, se si riesce a sceglierlo con convinzione, non saranno risparmiate le fatiche, ma le ricompense saranno maggiori.

Preghiera dello studente in prossimità degli esami

Eccomi ormai prossimo agli esami, protettore degli esaminandi, San Giuseppe da Copertino. La tua intercessione supplisca alle mie mancanze di impegno e donami, dopo aver sperimentato il peso e le difficoltà dello studio, la gioia di gustare la promozione. La Vergine Santa così premurosa nei tuoi riguardi, si degni di benedire questa mia fatica scolastica, così che per mezzo di essa io possa ricompensare i sacrifici dei miei genitori ed aprirmi ad un servizio più attento e più qualificato verso i fratelli. Amen.

Preghiera dello studente (del Card. Angelo Comastri)

San Giuseppe da Copertino, sono uno studente e busso al tuo cuore per invocare la tua protezione. Aiutami a vivere bene questa stagione importante della mia vita. Prega per me il Signore, affinché io riesca a sentire lo studio come un mezzo decisivo per prepararmi a spendere la vita a favore del mio prossimo. Fa’ che io impegni questi anni per acquisire valide competenze in modo che nessun mio talento resti sepolto nella pigrizia ma diventi dono per gli altri. E rendendo felici i miei fratelli sarò felice anch’io perché avrò nel cuore l’amore di Dio. Amen.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.