Metodi naturali per la fertilità, questi sconosciuti…

ULTIMO AGGIORNAMENTO 4:03
Fertilità

È online da poche settimane il nuovo sito web www.ineritalia.it, pagina ufficiale dell’Istituto per l’educazione alla sessualità e alla fertilità del metodo sintotermico dr. Joseph Roetzer – Italia. Che cosa c’è dietro a questa lunga dicitura?

I metodi naturali di regolazione naturale della fertilità sono degli strumenti che la scienza ha messo a punto per offrire alle donne innanzitutto, e poi alle coppie, la possibilità di vivere la propria sessualità secondo i ritmi biologici inscritti nel corpo della donna in età fertile.

In poche parole, si tratta della conoscenza e consapevolezza del ciclo ovarico al quale ogni donna è sottoposta dall’età della pubertà a quella della menopausa, conoscenza che permette di conoscere con precisione se si stia vivendo un periodo di potenziale fertilità o un periodo infecondo, se sta avvenendo l’evento mensile dell’ovulazione, se la prossima mestruazione è vicina o se c’è da aspettarsi una gravidanza.

Sembra incredibile che si siano dovuti mettere a punto dei “metodi” per insegnare alla donna quello che è profondamente inscritto nelle sue viscere, da sempre. Ma è un problema tutto occidentale e moderno quello della lontananza dell’essere umano da se stesso e dalle leggi più tipiche della natura.

I metodi naturali di regolazione della fertilità sono tutto questo e conoscerli aiuta la donna a vivere con maggiore consapevolezza la propria fertilità, argomento che spesso genera invece paure frutto di miscredenze, di un rapporto conflittuale con la propria femminilità e strumentale con la sessualità.

Quanti sono i metodi naturali

I metodi di regolazione naturale della fertilità riconosciuti dall’OMS sono tre, precisamente il Metodo dell’ovulazione Billings, il metodo Sintotermico Camen e il metodo sintotermico Roetzer. E qui torniamo all’inizio di questo articolo, in cui abbiamo annunciato che è apparso sul web da alcune settimane un nuovo sito dedicato proprio a quest’ultima scuola di metodo.

In che cosa consistono i metodi naturali

Grazie all’apprendimento di uno di questi metodi, la donna impara a riconoscere nel proprio corpo, fin dalla pubertà, i segni e i sintomi che quotidianamente gli ormoni rilasciano: il muco cervicale è il protagonista di indiscusso della fertilità femminile, ma anche la rilevazione della temperatura corporea nei metodi sinto-termici, permette di ottenere un parametro in più per definire con sicurezza le due fasi del ciclo femminile: quella pre ovulatoria e quella postovulatoria.

Ogni donna, in ogni fase della sua vita fertile può utilizzare questi metodi: l’apprendimento è gratuito, l’utilizzo non richiede alcun presidio o strumento, se non un termometro personale per la rilevazione della temperatura basale.

Il meccanismo è (meravigliosamente) semplice e allo stesso tempo complesso: una donna impara ad affinare con il tempo la conoscenza del proprio corpo, mettendosi all’ascolto sia dei segni e sintomi suindicati, sia di altri “indizi” rivelatori del periodo fertile/infertile in cui si trova. Inoltre l’osservazione dei segni di fertilità aiuta la donna anche a riconoscere in anticipo possibili anomalie o manifestazioni patologiche nel proprio corpo, legate al delicato equilibrio ormonale che sottende al ciclo ovarico.

I metodi naturali per la coppia

Questa conoscenza di sé e dei propri ritmi biologici si rivela una potente via di bellezza nel vivere la sessualità di coppia: non per niente la Chiesa indica questi metodi come strada per vivere alla massima espressione di comunione la sessualità degli sposi cristiani.

I metodi naturali, infatti, insegnando la conoscenza dei propri ritmi di fertilità, permettono alla donna e alla coppia di vivere liberamente e completamente la pienezza della relazione, liberamente e consapevolmente scegliendo se aprirsi al concepimento di una nuova vita o rimandare questa opportunità, utilizzando i periodi di infertilità della donna per vivere la sessualità.

Un grande strumento di libertà, insomma, conosciuto e utilizzato anche in tante altre culture, come quella africana o persino nella Cina dove fino a qualche anno fa vigeva la legge del figlio unico e per limitare le nascite alle donne venivano insegnati proprio i metodi naturali di regolazione della fertilità.

Il sito web www.ineritalia.it contiene preziose informazioni per chi desidera avvicinarsi al mondo dei metodi naturali, in particolare del metodo Roetzer: cosa per la quale, però, è sempre indispensabile la guida di un’insegnante formata e diplomata. Ce ne sono in tutta Italia, e sul sito è disponibile l’elenco. L’insegnamento è gratuito e l’utente potrà con pochi incontri comprendere e iniziare a registrare le proprie osservazioni sulle apposite tabelle, scoprendo e imparando poco a poco a conoscere se stessa e la propria fertilità.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.