IDEArium, la prima piattaforma di crowdfunding dedicata alla scuola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:06

Il nuovo Regolamento sulla gestione amministrativo-contabile delle scuole ha introdotto specifiche disposizioni improntate al rispetto dei principi di trasparenza e pubblicità con particolare riferimento alla gestione delle somme ricevute da privati.

Le norme consentono infatti lo svolgimento di progetti finalizzati all’ampliamento dell’offerta formativa tramite il crowdfunding ovvero il finanziamento collettivo: chiunque (privato o azienda) può scegliere un progetto e aiutarlo a realizzarsi anche con un piccolo contributo, di tipologia “donation” e “reward .

Per supportare le scuole in queste iniziative di raccolta fondi, ma anche nella gestione contabile e nella rendicontazione delle modalità di utilizzo, il Ministero dell’Istruzione ha appena reso disponibile IDEArium, la piattaforma di crowdfunding gratuita.

I principali destinatari del portale sono, oltre alle scuole, i sostenitori: mentre le istituzioni scolastiche avranno la possibilità di creare le campagne a beneficio della scuola e della comunità i sostenitori potranno finanziare i progetti di loro interesse e seguirne gli aggiornamenti.

Il meccanismo di funzionamento è semplice: le scuole caricano il loro progetto in una delle sezioni dedicate del sito e chiunque può sceglierne uno per aiutarla a realizzarlo. La piattaforma consente di seguire passo dopo passo gli aggiornamenti relativi a ciascuna iniziativa finanziata.

I fondi raccolti tramite IDEArium vanno direttamente alle scuole, senza intermediazione dell’Amministrazione, usufruendo peraltro della piattaforma in maniera gratuita dal momento che non sono previste percentuali sui fondi raccolti.

Sono oltre 100 i progetti già caricati, divisi in sezioni che vanno dalla sostenibilità alla cultura, dalla creatività allo sport, dall’innovazione tecnologica all’inclusione: per esempio una radio scolastica, un’aula all’aperto per fare didattica in modo innovativo, la realizzazione di una nuova area sportiva sono progetti che le scuole italiane hanno già caricato su IDEArium.

Il processo relativo ai progetti di crowdfunding si articola in cinque fasi.
La creazione: la scuola rilevata la necessità di ampliare la sua offerta formativa, elebora il progetto da finanziare e lo definisce sotto ogni aspetto.

La pubblicazione: all’interno della piattaforma è possibile indicare i “canali social” attraverso i quali il progetto potrà essere condiviso al fine di massimizzare le probabilità di ricevere donazioni. La diffusione dell’iniziativa avviene utilizzando i canali di comunicazione che si ritengono più idonei in relazione alle specificità del progetto: si potrà scegliere di utilizzare Facebook, Telegram, Whatsapp, Twitter, Linkedin, per esempio.

La raccolta fondi: IDEArium prevede la possibilità di visualizzare le informazioni di sintesi dei progetti pubblicati e di effettuare la ricerca di quelli che suscitano interesse tramite lo stato della campagna o filtri specifici legati alla scuola, all’area geografica o alla categoria.

La realizzazione: si tratta dell’attivazione del progetto attraverso l’impiego dei fondi raccolti. Descrive inoltre il suo stato di avanzamento.
Infine la rendicontazione, prevista in un’apposita sezione, descrive le attività progettuali svolte al fine di adempiere agli obblighi di rendicontazione contabile e sociale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.