Come i servizi streaming hanno superato le aspettative di Wall Street

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:06

Disney+, di proprietà di Disney, che è stata lanciata alla fine del 2019 e ha trascorso gli ultimi anni a competere con Netflix, Amazon Prime Video e molti altri servizi di streaming internazionali, è stata in grado di crearsi un grande spazio nel mondo dello streaming, soprattutto grazie ai suoi contenuti Marvel e Star Wars, e ha registrato 11,8 milioni di nuovi abbonati lo scorso trimestre, raggiungendo i 129,8 milioni di abbonati totali. Il comunicato è stato lanciato dal stessa Disney, nell’ambito dell’incontro per la previsione degli utili del primo trimestre 2022, rivelando che l’azienda è sulla buona strada per raggiungere quota 230-260 milioni di abbonati entro il 2024.

Disney, inoltre, ha suddiviso per categorie nazionali e internazionali il conteggio globale degli abbonati del suo servizio di streaming, comunicando un po’ di numeri. Ad oggi, Disney+ vede 42,9 milioni di abbonati negli Stati Uniti e in Canada e 41,1 milioni a livello internazionale. A questi si aggiungono anche 45,9 milioni di abbonati Disney+ “Hotstar”, una piattaforma di streaming on demand indiana nata dalla collaborazione tra Disney Media e il servizio di streaming esistente di Star India. Oltre ai contenuti Disney+, il servizio consente di accedere al ricco catalogo di Hotstar, che include eventi sportivi in diretta, film, serie TV e produzioni originali.

La crescita del servizio di streaming ha superato le aspettative di Wall Street, con un surplus di circa 7 milioni di nuovi abbonati, probabilmente attenuando anche le preoccupazioni degli investitori sullo stato del settore dello streaming dopo il brutto trimestre di Netflix, che ha registrato la crescita di abbonati più bassa dal 2015 con appena 8,3 milioni di nuove aggiunte rispetto agli 8,5 milioni previsti (con conseguente crollo in borsa). Per quanto riguarda gli altri servizi di streaming Disney, Hulu ha visto 6,6 milioni di nuovi abbonati per raggiungere quota 45,3 milioni e ESPN+ ha aggiunto nuovi 4,2 milioni di abbonati per arrivare a 21,3 milioni. Gli abbonamenti totali nel portafoglio di streaming Disney hanno raggiunto i196,4 milioni.

Le azioni Disney sono aumentate di circa l’8% alla notizia dei forti guadagni della società, dovuti anche alla ripresa delle attività dei parchi divertimento in tutto il mondo.
In un incontro con gli investitori, e parlando degli utili della società, il CEO di Disney, Bob Chapek, ha affermato che “il successo di Disney+, soprattutto in questo trimestre, è stato in gran parte dovuto a una combinazione di crescita organica e di scelta di nuovi contenuti”. Nell’ultimo trimestre, Disney+ ha lanciato diversi titoli famosi, tra cui “Encanto”, “Eternals”, “Hawkeye” e “The book of Boba Fett”, tutti con nomination all’Oscar. Chapek ha affermato che la società ha raggiunto l’obiettivo di rilasciare un nuovo titolo “importante” ogni settimana e che prevede di raddoppiare questo target di contenuti. Disney punta a spendere 33 miliardi di dollari in nuovi contenuti nel 2022, credendo nell’ottenimento di nuovi abbonamenti e in una crescita continuativa. Chapek ha anche affermato che “il servizio di streaming è ancora sulla buona strada per passare da 230 milioni a 260 milioni di abbonati Disney+ entro la fine dell’anno fiscale 2024”.

Inoltre, Chapek ha rivelato che la nuova serie Star Wars Disney+, “Obi-Wan Kenobi”, che riprende a narrare le storie spaziali un decennio dopo “Star Wars: La vendetta dei Sith”, sarà rilasciata il 25 maggio. La serie presenta il ritorno di Ewan McGregor nei panni del giovane Obi-Wan e interpretato da Hayden Christensen, Moses Ingram, Joel Edgerton, Kumail Nanjiani, Indira Varma, Rupert Friend e altri. Tornando a ESPN+, Chapek ha rivelato durante un’intervista alla CNBC che “Disney farà un’offerta sui diritti del Football americano domenicale”.

L’attuale contratto di fornitura esclusiva di NFL Sunday Ticket con l’azienda DirecTV scadrà dopo la stagione NFL 2022 e molte società, tra cui Amazon e Apple, sono in trattative preliminari per un accordo. Chapek ha sottolineato che la programmazione sportiva è una parte fondamentale della nuova strategia di streaming dell’azienda. La notizia dei nuovi abbonati di Disney+ arriva nel momento in cui il servizio di streaming verrà lanciato, questa estate, in 42 nuovi paesi e 11 territori mai coperti in Europa, Medio Oriente e Africa. Tra i nuovi paesi possiamo citare Sud Africa, Turchia, Polonia ed Emirati Arabi Uniti. Disney non ha specificato le date esatte in cui il servizio verrà lanciato in questi nuovi paesi e non ha nemmeno condiviso tutte le informazioni sui prezzi regionali, ma probabilmente lo farà nei prossimi mesi. Attualmente, Disney+ è disponibile in 64 paesi, inclusi Stati Uniti, Canada e Regno Unito. Disney ha anche rivelato che prevede di raddoppiare il numero di paesi in cui Disney+ è disponibile, passando a oltre 160 entro l’anno fiscale 2023. La società prevede di espandere la sua attività di streaming diretto al consumatore in mercati più globali e sta creando un nuovo “International Content and Operations Group”, per raggiungere questo obiettivo.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.