Tiramisù al pandoro: entriamo nel Natale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:00

Vi chiederete: perché già ci proponete una ricetta per recuperare il pandoro avanzato se il Natale non è nemmeno iniziato? Giusta osservazione. Il problema è che, in prossimità delle feste, la quantità di dolciumi a disposizione, tra quelli acquistati e quelli regalati, supera di gran lunga la nostra capacità di consumarli. Senza dimenticare che il pandoro (esattamente come il panettone) non piace a tutti. Per alcuni, in particolare, è troppo secco e, se mangiato senza nessuna crema per accompagnarlo, finisce per stancare quasi subito. Le strade a questo punto sono due: riciclarlo a qualche amico/collega fingendo di averlo comprato appositamente per lui o impiegarlo in una ricetta che “corregga” i difetti che gli attribuiamo. Se preferite donarlo potete interrompere la lettura e arrivederci alla prossima. Se, invece, volete provare a trasformarlo provateci col tiramisù. 

Ingredienti (per 4 persone)

Uova fresche – 220 g

Mascarpone – 500 

Zucchero – 100 g

Caffè già pronto (e zuccherato se volete) 300 g

Cacao amaro in polvere – qb 

Fette di pandoro tagliate in lunghezza (spessore circa 1 cm) – qb per fare da base al tiramisù

Preparazione

Cominciamo dalla crema. Per prima cosa separate gli albumi dai tuorli delle uova. Successivamente montate i tuorli (se l'avete con una frusta elettrica) versando, mano a mano, la metà dello zucchero. Quando il composto sarà diventato spumoso (e con le fruste ancora in funzione) aggiungete il mascarpone, un poco alla volta. Ottenuto un composto denso mettete da parte e pulite bene le fruste. A questo punto montate a neve gli albumi, nei quali (poco a poco) verserete lo zucchero residuo. Ottenuta una neve “ferma” (se rovesciate la ciotola non dovrebbe staccarsi) potete cominciare a versarla nel composto realizzato con i tuorli e mascarpone, mescolando dal basso in alto con una spatola. La crema a questo punto è pronta. 

Bagnate le fette di pandoro nel caffè, stando attenti a non inzupparle troppo. Prendete una teglia, stendete un primo strato di crema sopra cui posizionerete il pandoro. Proseguirete con un altro strato di crema, poi un altro di pandoro e, infine, un ultimo di crema. A operazione terminata spolverate il cacao amaro (vi consigliamo di abbondare per bilanciare un dolce nel complesso molto, molto, zuccherato). Fare riposare in frigo per almeno 2 ore prima di servirlo.

Buon appetito

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.