MARTEDÌ 18 OTTOBRE 2016, 16:31, IN TERRIS

Università Europea di Roma: iniziato il quarto anno di "Non sei un nemico!"

Il Laboratorio, fondato e diretto dal giornalista Carlo Climati, incoraggia i giovani a vedere gli altri con sguardo nuovo

REDAZIONE
Università Europea di Roma: iniziato il quarto anno di
Università Europea di Roma: iniziato il quarto anno di "Non sei un nemico!"
Ha preso il via all'Università Europea di Roma è il quarto anno di attività del Laboratorio di comunicazione "Non sei un nemico!", fondato e diretto dal giornalista Carlo Climati. L’obiettivo del corso è quello di sensibilizzare i giovani ad una nuova forma di comunicazione, che non veda nell’altro un nemico e che sia basata sul dialogo e su una serena accoglienza dell’altro.

"Non sei un nemico!" fa parte delle attività di responsabilità sociale dell'Università Europea di Roma. Esplora le diverse forme di comunicazione del mondo di oggi: dal giornalismo ai social network, dalla musica alla radio, dalla televisione ai fumetti. Il titolo è il motto, l’idea di base del Laboratorio. I giovani sono incoraggiati a vedere gli altri con uno sguardo nuovo, a creare linguaggi che possano rappresentare un ponte verso tutti, contribuendo all’abbattimento di muri, ostacoli, sospetti e diffidenze.

Nell’incontro inaugurale del Laboratorio, Climati ha parlato della bellezza della cultura dell’accoglienza nella vita quotidiana. “Siamo nel tempo del dialogo e della speranza”, ha sottolineato. “Penso all'invito di Papa Francesco a vivere la cultura dell’incontro e vedo che sta toccando i cuori di tante persone. E' un messaggio bellissimo, che può davvero cambiare il mondo. Ci fa comprendere che, in ogni forma di comunicazione, possiamo e dobbiamo sforzarci di mettere da parte gli scontri ideologici per lasciare spazio al reciproco ascolto. Questo ci aiuterà a guardare al futuro con fiducia, perché saremo comunicatori di pace”.

“Incontrare ed ascoltare ogni essere umano significa aprire il proprio cuore ad una comunicazione autentica e senza confini - ha proseguito - ma per fare questo bisogna, prima di tutto, vincere la non-cultura del pregiudizio. E’ quella sensazione che ci spinge a non comunicare con gli altri perché, dentro di noi, li abbiamo già giudicati, catalogati, scartati, messi da parte.

Capita spesso di avere questo tipo di atteggiamento di chiusura nei confronti del prossimo. "Non lo avviciniamo perché ha idee diverse dalle nostre o chissà quale altra cosa che ci spinge ad avere un pregiudizio nei suoi confronti”. “Il pregiudizio – ha aggiunto Climati - è una cosa terribile perché, come dice la parola stessa, è un giudizio dato prima. Prima di conoscersi realmente, di abbracciarsi e guardarsi negli occhi”

A volte questo giudizio può diventare una sentenza di morte, perché uccide la comunicazione, il dialogo, la possibilità di trovare un nuovo amico. "Ed è così - ha concluso - che nascono i muri, le guerre, i silenzi, i conflitti irrisolti della vita quotidiana. Vincere i pregiudizi significa ritrovare la nostra più autentica natura di comunicatori e di esseri umani, serenamente pronti all’accoglienza e al dialogo con tutti”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
EUROPA LEAGUE

Atalanta e Milan, cinquine per i sedicesimi

Orobici e milanesi, con un 5-1, passano il turno con una giornata di aniticipo. Pari della Lazio
Robinho
VIOLENZA SESSUALE

Robinho condannato a nove anni

L'attaccante dell'Atletico Mineiro, ex Milan, avrebbe praticato una violenza di gruppo nel 2013
Una foto d'archivio di Pietro Orlandi con il manifesto che ricorda la sorella Emanuela
GIALLO IRRISOLTO

Caso Orlandi, presentata denuncia in Vaticano

L'avvocato Sgrò: "Emersi nuovi dati, speriamo che la Gendarmeria indaghi"
Il premier Gentiloni e il ministro dell'Economia Padoan
ETÀ PENSIONABILE

Nel 2019, stop all'aumento a 67 anni per 14.600

Presentato l'emendamento del Governo: aumentano a 15 i lavori gravosi
Il Sostituto della Segreteria di Stato mons. Angelo Becciu
MALESIA

Inaugurata la Nunziatura "green"

Il sostituto mons. Becciu ricorda la libertà religiosa sancita dalla Costituzione
TRAGEDIA DEL RIGOPIANO

Altre 23 informazioni di garanzia per il disastro

A spedirle la Procura di Pescara: la valanga aveva provocato 29 vittime
Papa Francesco riceve in udienze le famiglie francescane in Vaticano
VATICANO

La peggiore delle mondanità secondo Bergoglio

Il Pontefice riceve in udienza il Primo e Terz’Ordine regolare francescano
Monsignor Lorenzo Leuzzi
VESCOVI

Monsignor Leuzzi trasferito a Teramo

Nominati ausiliari a Roma don Paolo Ricciardi e padre Daniele Libanori