MERCOLEDÌ 29 MAGGIO 2019, 10:24, IN TERRIS


APPIO

Tragedia al nido: neonato muore nel sonno

Probabile caso di Sids, la sindrome della morte improvvisa del lattante

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Neonato in culla
Neonato in culla
T

ragedia in un asilo nido del quartiere Appio, a Roma. Un bambino di un anno è morto nel sonno mentre stava facendo un riposino. Ad accorgersene, le maestre della struttura - il Pastrocchi e Scarabocchi di via della Marrana - quando hanno cercato di svegliarlo. "Mi sono accorta subito che c'era qualcosa che non andava - ha raccontato su Il Messaggero una delle maestre - aveva gli occhi chiusi ma si agitava in modo inconsulto. L'ho preso in braccio, poi è diventato improvvisamente cianotico. E ha smesso di respirare. A quel punto lo abbiamo subito rimesso nel lettino e chiamato il 118". A quanto si apprende il piccolo non soffriva di alcuna patologia. Sul caso indagano i Carabinieri della stazione Tuscolana ma, secondo fonti investigative, il bimbo sembra sia morto per cause naturali. Il medico, prontamente intervenuto per i primo soccorsi, non ha infatti riscontrato segni di violenza né di altre cause se non quella naturale. L'ipotesi più probabile è che si sia trattato di un caso di Sids, la sindrome della morte improvvisa del lattante. Il corpicino è stato trasportato all'obitorio del Verano dove sarà effettuata l'autopsia.


La Sids

La sindrome della morte improvvisa del lattante (o SIDS) è un fenomeno che non trova ancora alcuna spiegazione presso la comunità scientifica. Si manifesta provocando la morte improvvisa ed inaspettata di un lattante apparentemente sano: la morte resta inspiegata anche dopo l'effettuazione di esami post-mortem. La sindrome colpisce i bambini nel primo anno di vita ed è a tutt'oggi la prima causa di morte dei bambini nati sani. In Italia ha avuto un'incidenza dello 0,5 per mille circa nel 2011 (23 bambini sotto i 5 anni, l'1,3% dei decessi totali nel periodo di riferimento). Talvolta, se soccorsi prontamente, alcuni neonati, vittime apparenti di SIDS, possono essere rianimati ma è stato riscontrato un altissimo rischio di lesioni cerebrali permanenti dovute a anossia - la mancanza di ossigeno nel cervello - con conseguente possibile disabilità. Un caso analogo era avvenuto nel 2016 anche in un nido di Fabriano, in provincia di Ancona. In quel caso, neppure i primi soccorsi effettuati in loco dalle stesse maestre - formate con appositi corsi per il pronto intervento su neonati - era riuscito a salvare la piccola Giulia, di appena 4 mesi.

 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Dispersione scolastica
RAPPORTO OXFAM

Cresce la dispersione scolastica

L'appello: "Il nuovo Governo investa nell’istruzione pubblica"
Italiani di seconda generazione
MIGRANTI

Istat: “I nuovi italiani sono oltre 1,3 milioni"

I bambini di seconda generazione costituiscono il 13% della popolazione minorenne
Il giornalista Angelo Paoluzi

È scomparso Angelo Paoluzi, firma del giornalismo italiano

Direttore di Avvenire, è noto il suo impegno per un'informazione cattolica
Migranti
MIGRANTI

Nuovi sbarchi a Lampedusa, hotspot in emergenza

Un centinaio di persone arriva direttamente in porto, il centro è sovraffollato. Altre 109 a bordo di Ocean Viking
Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa
GOVERNO CONTE BIS

Decreto legge ambiente: sconti per chi rottama auto fino Euro4

Misure contro il consumo di plastica e per una mobilità sostenibile. Dal 2020 taglio 10% dei sussidi dannosi
OCSE

Crollano le richieste d'asilo in Italia: -58% nel 2018

Il dato nel rapporto annuale dell'Ocse "Migration Outlook". Lo scorso anno accolte oltre il 30% delle domande
La stazione Centrale di Milano
MILANO

Aggredisce militare e grida "Allah Akbar": "Volevo essere ucciso"

Espulso dalla Germania, non risulterebbero legami con il terrorismo. L'uomo, irregolare in Italia, è yemenita
Poligono di tiro

Quattro milioni di italiani armati

Cresce del 4% all'anno il numero di cittadini che hanno in casa un fucile o una pistola, quasi sempre per uso sportivo. Porto...
Delfino
ANIMALI

Non solo l'uomo: la resistenza agli antibiotici colpisce anche i delfini

Uno studio mette in luce i trend in linea con quelli dell'uomo.
Pirateria online
REATI ONLINE

Operazione europea contro le tv pirata: "spenta" Xtream Codes

Arrestato a Salonicco il fondatore e gestore della piattaforma. Solo in Italia gli utenti erano 5 milioni
Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella - Foto © Wiki
LAVORO

500 mila imprese: cantiere per la Roma del prossimo decennio

Giornata di dibattiti al Tempio di Adriano con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella sul futuro della capitale
Simboli religiosi
DIALOGO INTERRELIGIOSO

"Liberiamoci dai fardelli della diffidenza che sfociano nell’odio"

L’arcivescovo di Matera-Irsina nel suo saluto alla delegazione interreligiosa di ebrei e musulmani