MERCOLEDÌ 14 GIUGNO 2017, 19:04, IN TERRIS

Stadio della Roma, l'Aula approva la delibera di pubblico interesse

Voto favorevole della maggioranza, 9 contrari fra l'opposizione e un astenuto: arriva l'ok. Raggi: "Mantenuto il nostro impegno"

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Stadio della Roma, l'Aula approva la delibera di pubblico interesse
Stadio della Roma, l'Aula approva la delibera di pubblico interesse
Ventotto voti a favore, 9 contrari e un astenuto: nell'Aula consiliare del Campidoglio è arrivata, a maggioranza, la delibera che conferisce al progetto dello Stadio della Roma l'agognato pubblico interesse. Unanime il consenso dei 26 consiglieri pentastellati, mentre più frammentario è stato il voto dei rappresentanti dell'opposizione: il "sì" è arrivato da Forza Italia (cons. Davide Bordoni), mentre Fdi e Partito democratico hanno dato parere negativo. Astenuto il consigliere della Lista Marchini, Alessandro Onorato: "Mi auguro che i cittadini un giorno possano vedere come era la delibera e come è diventata - ha spiegato ai cronisti a margine della seduta -. Si sta penalizzando la città, il nostro voto è di astensione". Al momento della votazione, nell'Aula "Giulio Cesare" erano presenti l'assessore all'Urbanistica, Luca Montuori e anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi: "Roma avrà uno stadio fatto bene, abbiamo cambiato il vecchio progetto, hanno vinto i cittadini".

Pallotta: "Grazie al Comune"


Assenti invece, come previsto, le consigliere Monica Montella e Gemma Guerrini, oltre alla sospesa Cristina Grancio che, nei giorni scorsi, aveva espresso perplessità sul progetto Stadio e ora coinvolta in un iter di riammissione piuttosto complesso. Un piano, quello in oggetto, abbondantemente rivisto dall'amministrazione capitolina e approvato dopo una sensibile riduzione delle cubature di cemento (il 50%) e una diminuzione delle opere pubbliche correlate di circa 125 milioni di euro. La prossima tappa, a questo punto, sarà l'invio del dossier in Regione e l'apertura di una seconda conferenza dei servizi. Immediato è arrivato anche il commento del presidente dell'Associazione sportiva Roma, James Pallotta: "Grazie a Virginia Raggi e al Comune di Roma. Lo Stadio della Roma darà una nuova casa ai nostri tifosi e porterà grandi benefici alla Città".

Dubbi e opportunità


Una decisione importante quella dell'Aula consiliare, arrivata al termine di un'assemblea fiume e dopo giornate di discussione tutt'altro che facili. Soddisfatta, comunque, la sindaca Raggi che, sul suo profilo Facebook, ha dichiarato in una nota: "L'Assemblea Capitolina ha appena approvato la delibera che ridefinisce il pubblico interesse dello stadio di Tor di Valle. Abbiamo così mantenuto il nostro impegno: un impianto sportivo che rispetta la legge e che porterà opere e infrastrutture che miglioreranno un quadrante della città... Sarà soprattutto uno stadio che porterà lavoro. Una grandissima opportunità per rilanciare l’economia della Capitale". Nei giorni scorsi, tuttavia, il progetto aveva incontrato la dissidenza dell'opposizione, specie dopo il respingimento di gran parte dei 163 emendamenti presentati (solo 58 passati al vaglio). Un altro punto critico riguardava proprio la riduzione delle opere correlate, visto dai partiti di minoranza come una sorta di "sconto" fatto ai privati. A ogni modo, nonostante l'altolà di quasi tutta l'opposizione, il pubblico interesse è stato posto sul progetto. La palla, a breve, passerà alla Regione ma un considerevole passo avanti è già stato compiuto.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
MILANO

Dramma fuori dalla metro, clochard muore di freddo

L'appello del sindaco Sala ai cittadini: "Invitateli ad andare nei centri"
ArcelorMittal
IL CASO

Ex Ilva, Conte boccia il piano Mittal

Il premier respinge il programma anti-esuberi presentato dal gruppo franco-indiano
L'esterno della villetta dov'è avvenuto l'incidente
VALSAMOGGIA

Sente rumori in casa, spara e uccide un uomo

Il tentativo di effrazione all'alba in una villa di campagna a Bazzano. Cinque i colpi esplosi dal custode
Un'auto della polizia
LOTTA ALL'ILLEGALITÀ

Appalti truccati e corruzione, 10 arresti a Roma

L'inchiesta sull'aggiudicazione di appalti sulla gestione e ristrutturazione del fondo di previdenza del Ministero...
L'intervento degli artificieri
ROMA

Pacco bomba destinato al Viminale: poteva esplodere

Firmato dai "Nemici dello Stato", conteneva inneggiamenti al ritorno di Salvini al Ministero degli Interni
IL PUNTO

Il Governo, fra tensioni e provocazioni

In Italia la maggioranza resta tesa, mentre il Centro-destra è scettico sul futuro dell'esecutivo
FRONTIERE DELL'INNOVAZIONE

Come l'Intelligenza artificiale incide sulla cybersicurezza

Martedì a Roma la conferenza del direttore dell'Agenzia spaziale di Israele Isaac Ben Israel sulle prospettive di un...
Le operazioni di soccorso dei migranti naufragati davanti alle coste della Mauritania
MAURITANIA

Ancora un naufragio di migranti: almeno 58 morti

L'imbarcazione del Gambia era diretta alle Canarie; 80 persone si sono salvate nuotando
Alluvioni in Italia
CLIMATE RISK INDEX 2019

In Italia 20mila morti per "eventi meteorologici estremi"

Siamo al sesto posto nel mondo per numero di vittime e diciottesimi per le perdite economiche
Sciopero generale in Francia
FRANCIA

Al via il "giovedì nero" contro la riforma delle pensioni

Scioperi in tutto il Paese. A Parigi schierati 4.000 agenti, attesi un migliaio di black block e gilet gialli
I soccorsi
HAWAII | USA

Spari a Pearl Harbor, due morti

Un militare della marina americana apre il fuoco contro dei civili, 2 vittime e un ferito, poi si suicida

Retribuzioni al palo

I lavoratori italiani percepiscono i salari più bassi tra i paesi OCSE: i paesi più industrializzati...