SANTA SEVERA, INCIDENTE MORTALE: PIRATA DELLA STRADA TRAVOLGE SCOOTER E UCCIDE 2 PERSONE

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:10

Un altro pirata della strada, un altro incidente mortale, questa volta su via Aurelia, all’altezza di Santa Severa, località di mare alle porte di Roma. Un’auto ha invaso la corsia opposta e si è scontrata con uno scooter sul quale viaggiavano due persone, che a seguito dell’impatto violentissimo sono morte sul colpo. Una terza persona, invece, è rimasta ferita. Immediati i soccorsi da parte dei vigili del fuoco e dei carabinieri, che stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’incidente e capire come l’automobile possa aver invaso la corsia opposta.

Secondo quanto è emerso dai primi accertamenti, subito dopo lo scontro il conducente dell’auto si è allontanato a piedi, omettendo di soccorrere le persone coinvolte nello scontro, ma la sua macchina è stata recuperata di vigili del fuoco e  i carabinieri sono riusciti a risalire all’identità del proprietario del Suv. L’uomo ha raccontato ai militari di aver parcheggiato la Kia vicino casa, poi di essersi addormentato. La versione dell’uomo sarà verificata dagli inquirenti. I Carabinieri non escludono quindi nessuna pista, neanche quella del furto d’auto.

L’incidente è avvenuto all’altezza del chilometro 53 di via Aurelia, nei pressi di Santa Severa, intorno alle 2.45 di notte. Sul posto sono intervenute 2 squadre dei vigili del fuoco, le volanti dei carabinieri del Nucleo radiomobile di Civitavecchia, il personale del 118 e le squadre di pronto intervento dell’Anas. Le giovani vittime erano due findanzati, residenti a Santa Severa, di soli 25 e 23 anni. Al momento è stato chiuso il tratto di Aurelia dal km 53 al km 54, nel comune di Santa Marinella, e il traffico è deviato sulla viabilità locale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.