Sabato prossimo netturbini in sciopero

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:53

Caos rifiuti nella Capitale: alle criticità registrate negli ultimi giorni sul fronte della raccolta rifiuti, si aggiunge anche il problema dello sciopero indetto da Ama per sabato prossimo. I sindacati Fp Cgil, Fit Cigl, Uilt e Fiadel hanno inviato una comunicazione alla sindaca e al prefetto di Roma in cui “proclamano una intera giornata di sciopero per sabato 14 luglio: l'astensione riguarderà tutti i turni di lavoro e saranno garantiti solamente i minimi di servizio come previsto dalla normativa e da accordi aziendali”. 

La delibera 58

“La proclamazione arriva dopo vari tentativi. Abbiamo dimostrato senso di responsabilità nei confronti della città. Non possiamo dire lo stesso di Roma Capitale”, spiega su Ansa il segretario generale della Fp Cgil Roma e Lazio Natale Di Cola. “Nel mirino due delibere comunali” di cui i sindacati chiedono una modifica, “prevista da un accordo. La 52 del 2015 almeno è partita e serve ad evitare l'esternalizzazione di pezzi di Ama. Ma – prosegue – sulla delibera 58 non c'è nulla e parliamo della possibilità per l'azienda di sostituire dopo anni di fermo almeno il personale che va in pensione. Una modifica su cui è bastato il piano industriale e che serve per fare davvero il porta a porta, oltre i progetti spot. Per farlo senza spezzare la schiena dei lavoratori”. Oltre a questo “restano sempre grave i problemi sui mezzi e sugli impianti – sottolinea il sindacalista – ma con le assunzioni si può almeno evitare che le condizioni di lavoro peggiorino”.

La risposta della sindaca Raggi

“Lo sciopero deriva dall'abrogazione di una norma che non consente di far entrare nelle partecipate nuovi dirigenti. Stiamo lavorando, abbiamo ottenuto la chiusura positiva del tavolo interistituzionale per Roma, credo che nei prossimi giorni sarà portata in giunta la delibera che supera questo problema”, ha assicurato nelle scorse ore la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.