Roghi tossici a Romanina e Casilina: 4 arresti e 3 denunce

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:36

Quattro arresti e tre denunce per “gestione e combustione illecita di rifiuti“. E' questo il bilancio dell'attività svolta dai Carabinieri della Compagnia di Roma Casilina contro i roghi tossici avvenuti nella Capitale tra Casilina e Romanina, al confine con Ciampino.

I blitz dei militari

I Carabinieri della Stazione Roma Appia sono intervenuti con un doppio blitz. Il primo in via Lucrezia Romana presso un'azienda produttrice di materiale scenografico arrestando il titolare, un romano di 49 anni, e i dipendenti, due cittadini romeni di 40 e 23 anni.

Poi sono entrati in azione in via Fratelli Marchetti, in un’area di pertinenza di una ditta produttrice di infissi, arrestando in flagranza di reato un operaio 22enne di origini romene e denunciando i tre amministratori della società.

Come riporta Roma Today, le due aree sono stata sequestrate, mentre gli arrestati sono stati trattenuti in caserma in attesa del rito direttissimo.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.