“Rischiano la chiusura”, ma il Campidoglio smentisce

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:20

Le metro A e B potrebbero rimanere ferme per violazione delle norme anticendio e gravi arretratezze infrastrutturali”. Sono le parole dell'ingegnere Pasquale Cialdini, amministratore unico uscente di Roma Metropolitane, pronunciate durante l'audizione in Commissione Trasparenza. “Ve lo dico da ingegnere, non da amministratore: queste due linee dal punto di vista della manutenzione hanno gravi arretratezze. I lavori non sono stati fatti negli anni passati e ora la manutenzione da ordinaria diventerà straordinaria – ha proseguito Cialdini – Il ponte Morandi di Genova la dice lunga su cosa succede se non si fa manutenzione. Queste due linee hanno bisogno di manutenzione”. 

Le linee non rispettano la normativa anticendio

Secondo Cialdini, che ad agosto dopo due anni dalla nomina da parte della sindaca Raggi ha presentato le sue dimissioni, negli anni è stata modificata la normativa anticendio e alcune stazioni corrono il rischio di essere chiuse d'ufficio dai vigili del fuoco perché non corrispondono alle normative antincendio nonostante le proroghe che sono state date nel corso degli anni. 

Roma metropolitane in difficoltà per pagare gli stipendi

Inoltre, l'oramai ex ammnistratore Cialdini, ha sottolineato che Roma metropolitane non è in difficoltà solamente per via delle manutenzioni, ma è con l'acqua alla gola anche per pagare gli stipendi dei dipendenti. “Dal direttore generale del comune, Franco Giampaoletti, è arrivata la richiesta di un ulteriore riduzione dei costi: io ho fatto un piano adattando i criteri degli anni precedenti e dunque incentivando gli esodi con l'Ape, proponendo di ridurre i buoni pasto, ed incentivando il part time – ha continuato Cialdini – Però mi hanno chiesto di licenziare: io non sono entrato qui per licenziare, non lo faccio“. 

La smentita della Meleo

Po che ore dopo dalla diffusione delle dichiarazioni di Cialdini, tramite Facebook, è arrivata la replica dell'assessore ai Trasporti Linda Meleo. “Vorrei rassicurare tutti i cittadini romani. Non c'è alcun rischio che le metropolitane A e B possano essere chiuse. Siamo già al lavoro con fondi disponibili sia da Roma Capitale sia dal ministero dei Trasporti per adeguarci alle normative anticendio. Non c'è alcun pericolo – ha detto la Meleo – La persona che ha dato questo allarme, l'amministratore unico usente da Roma Metropolitane Pasquale Cialdini è una persona che da qui a breve sarà sostituita. Evidentemente non è neanche sufficientemente informata sulle attività che Roma Capitale ma anche in collaborazione con il ministero sta portando in atto per adeguarsi alla normativa antincendio”. 

 

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.