MARTEDÌ 17 APRILE 2018, 11:03, IN TERRIS


PRIMAVALLE

Ricordati i fratelli Mattei, vittime del terrorismo rosso

45 anni fa il rogo nell'appartamento di un esponente del Msi: arsi vivi i figli di 22 e 10 anni

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Rogo di Primavalle
Rogo di Primavalle
I

l ricordo è una fiamma che non si spegne. A 45 anni dal rogo notturno che inghiottì le vite di Stefano (10 anni) e Virgilio (22 anni) Mattei, figli del segretario del Movimento sociale italiano (Msi) del popolare quartiere Primavalle, nel cuore di coloro che ieri hanno voluto commemorare le due vittime del terrorismo rosso resta accesa una favilla ad illuminare una cicatrice sul corpo sociale dell'Italia.

Il 16 aprile 1973, con il favore delle tenebre, alcune persone entrarono nel palazzo dove viveva la famiglia Mattei con diverse taniche di benzina. Essi cosparsero con il liquido infiammabile la porta dell'appartamento di casa Mattei: dopo pochi minuti divampò un incendio enorme a causa di un innesco artigianale. La famiglia numerosa, i genitori e sei figli, fu sorpresa dal fuoco nel sonno. I genitori e quattro figli riuscino a salvarsi, benché con grande difficoltà e al prezzo di ferite gravi. Non ci fu nulla da fare per Virgilio e Stefano, che non riuscirono a gettarsi dalla finestra per sfuggire alle fiamme. I corpi carbonizzati vennero trovati dai Vigili del Fuoco vicino alla finestra stretti in un abbraccio.

Per il "rogo di Primavalle" - così è ricordata la strage - furono condannati a 18 anni di carcere tre esponenti dell'organizzazione di sinistra Potere Operaio: reato di incendio doloso e duplice omicidio colposo, oltre che uso di esplosivo e materiale incendiario. La pena fu prescritta.

Ieri, come accade da 45 anni, le due vittime sono state ricordate in modo solenne. Nel pomeriggio c'è stato un corteo che si è snodato per le vie di Primavalle per giungere sotto le finestre del palazzo dove viveva la famiglia Mattei; in mattinata invece il ricordo istituzionale. "È importante tramandare la memoria di quegli anni e di questi morti innocenti. Bisogna sempre sottolineare con grande forza che il confronto politico non deve mai travalicare i limiti del rispetto e della democrazia", ha detto il presidente del consiglio comunale di Roma, Marcello De Vito, intervenuto con la fascia tricolore, in rappresentanza del Campidoglio. Presenti i familiari, tra i quali Antonella e Giampaolo Mattei, che negli anni - come ricorda Il Secolo d'Italia - hanno promosso una intensa attività associativa per preservare la memoria dei loro fratelli. C'erano anche l'ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno, Roberta Angelilli, Andrea Augello, Maurizio Gasparri e la consigliera regionale Chiara Colosimo, oltre agli alunni di due scuole: la media "Morosini" e il liceo "Vittoria Colonna". Alle 18 il corteo al quale hanno partecipato, tra gli altri, il consigliere regionale Daniele Giannini (Lega) (già presidente dell'ex XVIII Municipio) e Stefano Oddo, consigliere municipale del XIV. Lo striscione che apriva il corteo recitava "Onore ai fratelli Mattei!" ed era firmato "I camerati".

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
FILMOTECA VATICANA

La settima arte all’ombra del Cupolone

Settanta anni di cinema sulla Cattedra di Pietro. Il racconto inedito della fede in celluloide
Il Servo di Dio, Giulio Salvadori, verso la beatificazione
MAESTRO DI SPIRITUALITÀ

130 anni fa il letterato Giulio Salvadori tornò alla fede

Uomo del dialogo e cultore dell'incontro, ebbe come allievi alla Cattolica il cardinale Colombo e Fanfani
Alberto Sordi - Nando Moriconi in una scena del film
FALSI MITI

L'esterofilia nel calendario

Boom di nomi esotici e feste che non hanno radici nella cultura italiana
Ex Ilva al capolinea?
TARANTO

Ex Ilva: cancellato lo "scudo penale"

Mons. Santoro: "No al licenziamento di 5mila persone, la politica intervenga"
Marco Simoncelli
MOTOCICLISMO

Marco Simoncelli: a 8 anni dalla morte il mito continua

Il ricordo del Sic, scomparso il 23 ottobre 2011, resta indelebile grazie a papà Paolo
La vittima, Angela Stefani e l'ex compagno, Vincenzo Caradonna
SALEMI | TRAPANI

Morte di Angela Stefani: arrestato l'ex compagno

L'uomo è accusato di omicidio volontario e distruzione e occultamento di cadavere
Fabbrica tessile
ACLI - UNIONCAMERE

Potenziato l'Osservatorio dei mestieri

Ha l’obiettivo di analizzare l’andamento dei "mestieri popolari" valutandone le prospettive...
La sede bolognese della Bio-on
OPREZIONE

Tsunami Bio-on: arrestato manager e sequestrati 150 milioni

A rischio centinaia di posti lavoro negli stabilimenti di Bologna, Bentivoglio, Minerbio e Castel San Pietro
Il Villaggio della Gioia della Comunità Papa Giovanni XXIII a Forlì
CESENA

Ecco il Villaggio della Gioia sognato da don Benzi

"Se offri a una persona la possibilità di vivere diversamente, può essere che cambi"
Pos

Contante? Si coglie nel segno

La polemica sulle misure per limitare l’uso del contante è difficile da capire. Premesso che nel...
Mondo di mezzo
MONDO DI MEZZO

La Cassazione ha deciso: non fu Mafia Capitale

Con la sentenza dei giudici della Corte Suprema decade l'aggravante del 416 bis
L'ambulanza ha terminato la sua corsa contro un muro
PAURA IN NORVEGIA

Oslo, ruba un'ambulanza e si lancia sulla folla

Cinque feriti, tra i quali due gemellini di sette mesi. Fermati un uomo e una donna: sospetti sugli ambienti di estrema destra