Pronto il “Piano Freddo” per i senzatetto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:28

Ci avviciniamo all'inverno e le temperature cominciano a calare di giorno in giorno. Come successo in passato, il freddo può diventare fatale per chi vive in strada. A Roma ci sono circa 16 mila senzatetto che dovranno far fronte alla necessità di ripararsi.

Verso il Piano Freddo

Il Comune si prepara ad affrontare l'emergenza con un Piano specifico che è in lavorazione. Ne ha parlato oggi la sindaca sul suo profilo Facebook, scrivendo: “Con l'arrivo dell'inverno e di temperature sempre più rigide aumentano i rischi per le persone senza dimora, in condizione di fragilità e di vulnerabilità. Per questo occorre rafforzare ulteriormente il sistema di accoglienza già funzionante tutto l'anno. Una necessità cui rispondiamo con tempestività e programmazione“. “È infatti in via di composizione – ha spiegato la prima cittadina – la commissione valutatrice per la procedura a evidenza pubblica relativa al Piano Freddo 2018-19. I posti a bando garantiranno servizi, durante il periodo invernale, ad altri 335 utenti al giorno. Rispetto agli anni scorsi, incrementiamo in particolare lo spazio che il Piano Freddo riserva all'accoglienza notturna; 235 posti. Nelle prossime settimane il dispositivo verrà integrato con nuovi posti, messi a disposizione dai Municipi“.

L'aiuto di enti,organizzazioni e associazioni

Oltre a ciò, la sindaca ha annunciato anche l'installazione di strutture provvisorie con la collaborazione di altri enti per dare accoglienza ai senzatetto e proteggerli dal freddo: “Quest'anno – ha infatti scritto la Raggi – abbiamo poi arricchito il Piano Freddo con un'importante componente, che diventerà operativa in precise situazioni di necessità. È stata pubblicata una procedura di indagine di mercato per consentire l'attivazione di strutture temporanee che verranno organizzate da enti, organizzazioni e associazioni nei casi di condizioni meteorologiche e climatiche particolarmente avverse oppure di eventi non prevedibili. Questo strumento, declinato per rispondere alle emergenze, ci permetterà di arrivare preparati a ogni tipo di necessità. Il Piano Freddo, messo a punto con l'Assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre, si aggiunge alle varie articolazioni dell'accoglienza che già sono in funzione durante tutto l'anno”. La sindaca ha poi elencato i numeri relativi all'accoglienza che il Comune è in grado di garantire: “Il sistema ordinario, tramite la Sala Operativa Sociale, ogni giorno, ospita oltre 1000 persone, fornisce 1.442 presso le strutture e 600 pasti a domicilio. Ci sono poi i 1976 posti utilizzabili grazie al sistema Sprar. La nostra visione mette sempre al centro la persona, i diritti e la possibilità di affrancarsi dalla condizione di fragilità per raggiungere progressivamente l'autonomia. Un approccio che – ha concluso la Raggi – richiede, durante l'inverno, una moltiplicazione degli sforzi e la pianificazione di modalità innovative affinché la città possa configurarsi come una grande comunità solidale e inclusiva“.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.