Previsti nuovi sgomberi a Roma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:06

Non c'è solo il Camping River. “La politica rigorosa degli sgomberi” promessa da Matteo Salvini e l'intesa trovata sul tema con la sindaca, Virginia Raggi stanno portando ad una svolta su questo fronte anche per altre situazioni simili che sono presenti nel tessuto urbano della Capitale. Come riferisce “Il Messaggero”, nelle ultime ore “si sta verificando un'accelerazione per liberare il palazzo di via Tuscolana 1782“. Si tratta di un complesso composto da due palazzine che fu sede dell'Inps e che è stato occupato nel 2012. L'immobile compariva già nella lista degli stabili da sgomberare inserita dall'allora Commissario Straordinario,Francesco Paolo Tronca in una delibera del 2016.

Problemi nel quartiere

Una convivenza difficile quella degli occupanti delle due palazzine con gli abitanti dello stesso quartiere. Nell'agosto del 2016 era divampato un vasto incendio all'interno dell'immobile per il quale si era visto necessario l'intervento di dieci squadre dei vigili del fuoco. L'incendio era stato causato dall'esplosione di una bombola ed aveva causato tre feriti tra gli inquilini abusivi. Uno di loro era stato trasportato in codice rosso all'ospedale più vicino con ustioni su buona parte del corpo. 

Salvini sugli sgomberi

La nuova linea sugli sgomberi è stata ribadita ieri dal Ministro dell'Interno durante il question time al Senato. Nel corso della discussione, Salvini si è soffermato proprio sulla situazione romana: “a Roma – ha detto il titolare del Viminale all'aula – si contano novantadue stabili occupati abusivamente, 66 dei quali ad uso abitativo, oltre a 6834 appartamenti di proprietà dell’edilizia residenziale pubblica. Ci si trova, dunque, nella condizione di dover garantire al medesimo tempo i diritti dei proprietari, la sicurezza pubblica e l’ordine pubblico”. Il leader della Lega ha auspicato un'“iniziativa incisiva da parte degli enti locali”  che intende stabilire attraverso “una forte e costante collaborazione con i sindaci di tutta Italia  e con le categorie economiche interessate nell’ottica di garantire sempre e comunque la legalità attraverso soluzioni operative concrete ed efficaci”. La politica di Salvini sugli sgomberi ha trovato sponda nella sindaca della Capitale, Virginia Raggi come si è visto con l'operazione al Camping River, completata ieri nonostante lo stop che era arrivato il giorno precedente dalla Corte europea dei diritti umani di Strasburgo. Quello del campo rom sulla via Tiberina potrebbe essere soltanto il primo di una serie di interventi di sgombero sul territorio capitolino. Da quanto scrive “Il Messaggero”, è possibile che una nuova prova dell'intesa trovata tra Viminale e Campidoglio si avrà per lo stabile di via Tuscolana 1782.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.