Natale al Museo: ecco dove andare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:50

Musei Civici aperti in occasione delle feste con un ricco programma di mostre, eventi, spettacoli e attività didattiche promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali – fino 6 gennaio 2019.

Orari

Eccezionalmente, i Musei Capitolini, i Mercati di Traiano, il Museo dell’Ara Pacis, il Museo di Roma, il Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, il Museo Napoleonico e il Museo di Roma in Trastevere saranno aperti il 1° gennaio 2019 dalle 14.00 alle 20.00 e l’area archeologica del Circo Massimo sarà aperta dalle 10.00 alle 16.00. I Musei Civici resteranno tutti chiusi il 25 dicembre mentre il 31 dicembre saranno aperti i Musei Capitolini, i Mercati di Traiano e il Museo dell’Ara Pacis dalle 9.30 alle 14.00. Biglietto di ingresso a tariffazione ordinaria, gratuito per i possessori di Mic Card

Epifania

Il 6 gennaio 2019 ingresso gratuito, in occasione della prima domenica del mese, per i residenti a Roma e nella Città Metropolitana per tutti i Musei e le mostre in programma, tranne le mostre “Marcello Mastroianni”, in corso al Museo dell’Ara Pacis e “Il Sorpasso. Quando l’Italia si mise a correre, 1946-1961″, in corso al Museo di Roma. Sarà inoltre aperto al pubblico gratuitamente il percorso di visita nell’area dei Fori Imperiali dalle ore 8.30 alle 16.30, con l’ultimo ingresso alle 15.30. L’apertura straordinaria prevede l’ingresso in prossimità della Colonna di Traiano e, dopo il percorso attraverso i Fori di Traiano e di Cesare, la prosecuzione attraverso il breve camminamento nel Foro di Nerva, che permette di accedere al Foro Romano mediante la passerella realizzata presso la Curia dalla Soprintendenza di Stato.
 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.