GIOVEDÌ 21 MARZO 2019, 10:17, IN TERRIS


CAOS STADIO

La Roma detta le condizioni al Comune

Baldissoni: "Va fatto e in tempi rapidi". Trigoria già studia una strategia legale?

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
La sindaca Raggi col vicepresidente della Roma Baldissoni
La sindaca Raggi col vicepresidente della Roma Baldissoni
L

As Roma rompe il silenzio dopo l'ennesimo caso deflagrato attorno allo Stadio della Roma. Da Trigoria non vogliono sentir parlare di nuovi rallentamenti.


Parola chiave

Lo dice in modo chiaro il vicepresidente Mauro Baldissoni, che da avvocato sceglie le parole giuste per far capire a un altro avvocato, la sindaca Virginia Raggi, che indietro non si torna. "Avere lo stadio è un nostro diritto acquisito, non ci devono essere dubbi. Ed è anche un nostro diritto quello di vederlo realizzato il più velocemente possibile". "Diritto acquisito" non è una locuzione sparata a caso, ma una precisa categoria giuridica che si trasforma in velata minaccia di vie legali laddove il Campidoglio dovesse compromettere la realizzazione dell'impianto. Magari disponendo nuovi, lunghi, accertamenti che spingano il presidente giallorosso, James Pallotta, a cambiare aria. 


Tempi rapidi

"Dopo un anno e mezzo di conferenza dei servizi - dice ancora Baldissoni a Sky Sport24 - pensare che possano esserci atti viziati è difficile e in effetti non si sono mai trovati, come sostenuto dal pubblico ministero di Roma. La Conferenza dei Servizi è stata chiusa e approvata quindici mesi fa. Sullo stadio della Roma, quindi, non possono esserci dubbi a livello amministrativo. Per questo, noi non abbiamo l'aspettativa ma abbiamo il diritto di vederlo realizzato nei tempi più rapidi possibili". Negli ultimi giorni, aggiunge, il vicepresidente della Roma, "abbiamo appreso dal Comune che la finalizzazione delle documentazioni necessarie potrebbe esserci entro la fine di aprile. Per questo ci aspettiamo che il Comune mantenga questa linea di lavoro e di intervento per completare i lavori che abbiamo condiviso in questo periodo". 


Pallotta non molla.. per ora

Per ora l'impegno di Pallotta resta. "Tutti noi che lavoriamo a questo progetto dobbiamo sentire la responsabilità di far proseguire il percorso intrapreso dagli investitori stranieri per la Città, che ammonta a un miliardo - sottolinea Baldissoni -. Nonostante ogni tanto il presidente faccia delle valutazioni che possano portarlo a dubitare della opportunità di affrontare tante difficoltà, è comunque determinato ad andare fino in fondo. Noi, però, abbiamo la responsabilità di non far cambiare idea a lui e agli investitori". 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
TREVISO

Morta dopo aver scelto una chemio non invasiva per partorie

La notizia del tumore al seno durante la gravidanza. Le cure meno forti le consentono di diventare madre, ma muore tre mesi dopo
TASSE

Fino al 25 ottobre è possibile integrare il proprio “730”

Nel caso si sia dimenticata una deduzione o una detrazione, si ricorre al modello integrativo. Per i rimborsi o le compensazioni...
La vittima, Melissa Trotter, e a dx Larry Swearingen
USA

Pena di morte, nuova esecuzione in Texas

Le ultime parole del condannato: "Perdonali, non sanno quello che fanno"
L'epicentro del sisma
LAZIO

Terremoto, scossa nel Tirreno vicino Roma

Non sono stati riportati danni a cose e persone né sulla costa né nella Capitale
Ufficio comunale chiuso
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Quota 100: oltre 10mila domande nella Pa

E' boom di richieste di pensionamento ma è allarme "rimpiazzi" in comuni e ospedali
Carabinieri del Ros in azione
GIARDINI NAXOS

Ndrangheta: arrestato il latitante Riitano

Era ricercato per traffico internazionale di stupefacenti ed altro