MERCOLEDÌ 08 NOVEMBRE 2017, 18:17, IN TERRIS

IL CASO

La "censura" su Caffarra finisce in Parlamento

Interrogazioni alla Camera dopo lo stop della polizia a un camion-vela commemorativo del cardinale

FEDERICO CENCI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
© Associazione
© Associazione
P

uò l'omaggio a un cardinale deceduto suscitare polemiche e richiedere l'intervento della forza pubblica? La risposta è affermativa, stando a quanto accaduto nelle scorse ore a Roma, dove un camion-vela commemorativo del card. Carlo Caffarra, arcivescovo emerito di Bologna venuto a mancare il 6 settembre scorso, ha sollevato un polverone destinato a non placarsi ancora. Domattina, infatti, sono previste ben quattro interrogazioni parlamentari sul caso.


Il fatto

Lunedì scorso, 6 novembre, a due mesi dalla morte di Caffarra, le associazioni cattoliche "ProVita Onlus", "Vita è" e la casa editrice "Fede e Cultura" hanno deciso di ricordare il porporato con un manifesto su un camion-vela da far girare per le strade della Capitale, soprattutto nei pressi di piazza San Pietro.

Poco dopo esser partito, tuttavia, l'automezzo ha avuto un intoppo. Gli organizzatori hanno raccontato: “In via della Conciliazione, incredibile ma vero, il camion-vela è stato bloccato dalla polizia in borghese e in uniforme. Un sovraintendente del commissariato Borgo ha chiesto a Toni Brandi (presidente di ProVita Onlus, ndr), per telefono, quale fosse lo scopo dell’iniziativa poiché – parole testuali – 'il cardinal Caffarra non era in linea con Papa Francesco'".

Brandi ha risposto che si trattava di una commemorazione di un uomo che considera un santo, un "principe della Chiesa", come tradizionalmente vengono chiamati i cardinali, "affatto eretico né separato dal Papa regnante". Per altro, in una delle sue ultime uscite pubbliche prima della morte, nell'aprile scorso a Carpi, Caffarra, tra i cardinali firmatari dei 'dubia', è stato fotografato dall'Osservatore Romano mentre si abbracciava con il Pontefice Francesco.

Tornando ai recenti fatti, il camion è stato bloccato per due ore e Brandi è stato convocato di nuovo il giorno successivo, 7 novembre, per proseguire l'interrogatorio. Il secondo incontro del presidente di "ProVita Onlus" con i funzionari è durato circa tre quarti d'ora, ed è stato condotto in maniera "educata e cordiale", ha precisato Brandi.


Gli interrogatori

Brandi ha sottolineato che l'iniziativa è nata per ricordare l'impegno per la vita e la famiglia del card. Caffarra e per legarlo alla figura di Papa Giovanni Paolo II – da ricordare che Caffarra fu nominato nel 1981 presidente del Pontificio istituto Giovanni Paolo II per studi su matrimonio e famiglia -, del Pontefice polacco sui manifesti è stata riportata la frase sull’indissolubilità del matrimonio: "Ci alzeremo in piedi quando l’istituzione del matrimonio è abbandonata all’egoismo umano e ridotta a un accordo temporaneo e condizionale che si può rescindere facilmente, noi proclameremo l’indissolubilità del vincolo matrimoniale".

All'organizzatore dell'iniziativa è stato inoltre chiesto se fossero state avvisate le autorità vaticane, ma Brandi ha risposto che "non vedevo perché avremmo dovuto informarle". Il presidente di "ProVita Onlus" ha spiegato infine che si è trattato di "una commemorazione di un grande cardinale morto due mesi fa e anche un’occasione per ricordare ai romani queste due grandi personalità nel campo della vita e della famiglia". Il dirigente di Polizia - rileva Brandi - è parso soddisfatto delle motivazioni fornite e si è dimostrato molto gentile.


La reazione di "ProVita Onlus"

L'Associazione "ProVita Onlus" si batte da anni per la difesa della vita dal concepimento alla morte naturale, pertanto un uomo di Chiesa sempre in prima linea per la tutela di simili principi non può che essere un riferimento. "Il Cardinal Caffarra - si legge in un comunicato dell'organizzazione - è stato per noi amico e modello, ci ha insegnato che si può e si deve spendere la vita per la vita, per la famiglia, per la tutela dei più deboli, a cominciare dai bambini, prima e dopo la nascita".

Intervistato da In Terris, Brandi manifesta la propria "stima e gratitudine" verso i funzionari di polizia, ribadendo il tono cortese con cui si sono svolti i due interrogatori. Il presidente di "ProVita Onlus" si domanda piuttosto "chi possa aver dato loro ordine di bloccare il camion", dal momento che il manifesto non lancia messaggi aggressivi né lesivi dell'ordine pubblico. "Non credo - afferma Brandi - che qualche comune cittadino possa essersi sentito offeso dalla nostra iniziativa".


Le interrogazioni parlamentari

Le perplessità sui motivi che si celano dietro lo stop all'automezzo non premono soltanto i membri di "ProVita Onlus". Domattina, infatti, la vicenda sbarca alla Camera dei Deputati. Brandi rivela a In Terris che i parlamentari Lucio Malan (Fi), Giorgia Meloni (FdI), Massimiliano Fedriga e Gian Marco Centinaio (Lega), sono pronti a presentare interrogazioni sulla vicenda.

In attesa di sviluppi, il camion-vela continua a girare per le strade di Roma fino a sabato prossimo, 11 novembre. Il ricordo del card. Caffarra prosegue, nonostante gli intoppi.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?

Morto il card. Carlo Caffarra, arcivescovo emerito di Bologna

Deceduto stamattina all'età di 79 anni, era stato uno dei firmatari dei "dubia" nei confronti di "Amoris Laetitia"
Morto il card. Carlo Caffarra, arcivescovo emerito di Bologna
È deceduto oggi, all'età di settantanove anni ed in modo improvviso, il cardinale Carlo Caffarra, arcivescovo emerito di Bologna. Ha guidato...
NEWS
Un turista cinese indossa la mascherina assieme alla figlia nell'aeroporto di Bangkok - Foto © Reuters
ALLARME EPIDEMIA

Virus cinese, un caso sospetto in Francia e 4 in Scozia

Annullati i festeggiamenti per il capodanno cinese anche a Pechino. I ricercatori: viene dai pipistrelli
LOCRI

Chiedevano il sussidio, ma avevano la Ferrari

Denunciate 237 "furbetti" del reddito di cittadinanza in Calabria. Dai detenuti agli imprenditori, chi sono coloro che...
CLIMA

La tempesta Gloria fa 7 morti in Spagna

Evacuate 1.500 persone nei Pirenei orientali. Allerta in Francia
Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella nell'incontro con il il presidente dello Stato d'Israele, Reuven Rivlin
VISITE DI STATO

Mattarella: Sull'antisemitismo mai abbassare la guardia

Il presidente della Repubblica ha incontrato Rivlin. Oggi atteso al Forum sull'antisemitismo e la Shoah
CORONAVIRUS

Ricciardi:"Gli inglesi mettano a disposizione il test di laboratorio"

Il direttore dell'Osservatorio Italiano sulla Salute spiega a Interris.it le misure dell'Oms per prevenire la pandemia
Passeggeri che indossano mascherina all'aeroporto di Hong Kong - Foto © Anthony Wallace per AFP; a destra: particelle del virus della Sars - Foto © NIAID
ALLERTA EPIDEMIA

Virus cinese, sono 25 le vittime. A Roma il primo aereo da Wuhan

Effettuati controlli all'aeroporto di Fiumicino. Si teme una nuova Sars
GERMANIA

Turingia, si ribalta scuolabus: morti due bimbi

Nella stessa giornata un altro incidente in Alta Baviera: diversi alunni feriti
L'aeroporto di Mitiga, a Tripoli
LIBIA

Haftar annuncia una no-fly zone su Tripoli: chiude l'aeroporto di Mitiga

L'uomo forte della Cirenaica ha dichiarato che verrà abbattuto qualsiasi aereo militare o civile che sorvolerà...
GEMELLI

Bassetti: "No a una sanità per i poveri e una per i ricchi"

All'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università Cattolica, il presidente della Cei mette in guardia da...
INDAGINE DEL CENSIS

In Italia il 2031 sarà l'anno zero dei matrimoni

La diminuzione costante delle nozze raggiungerà tra 11 anni la data di "decadenza statistica"
Coltivazione di marijuana a Gioia Tauro
CATANIA E GIOIA TAURO

Doppio blitz contro lo spaccio: sequestrati 13 mln di dosi

Si è suicidato in carcere un esponente della 'ndrangheta della cosca Figliomeni di Siderno
ANAGRAFE

Nel nome del padre e della madre

Sempre più genitori decidono di dare al neonato il cognome di entrambi. Le norme in Italia e nel resto d'Europa
Ospedale Civico di Palermo
OSPEDALE CIVICO E ASP | PALERMO

Truffa al servizio sanitario: primario ai domiciliari, 15 indagati

Dichiarato l’uso di dispositivi medici in numero notevolmente superiore rispetto a quello realmente usato
ROMA

Governo ad alta tensione, opposizione all'attacco

Conte non va a Davos per urgenti impegni di governo. Scoppia la polemica per uno spot di Porta a Porta con Salvini