Il Campidoglio potenzia il Piano Freddo: stazioni metro aperte la notte per i clochard

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:17
pandemia

Le previsioni meteo annunciano l’arrivo di una straordinaria ondata di freddo che colpirà la Capitale e la accompagnerà per tutto il fine settimana. Proprio in vista all’imminente e drastico abbassamento delle temperature, il Capidoglio ha deciso di correre ai ripari e ha deciso di potenziare il Piano Freddo, ampliando l‘assistenza ai senza fissa dimora e garantendo anche l’apertura durante la notte di alcune stazioni della metropolitana di Roma.

Da Questa notte, infatti, resteranno aperte – dalle 24 alle 5.00 da domenica a giovedì e dalle 01.30 alle 05.00 il venerdì e il sabato – le stazioni metro di Flaminio, Piramide Fs, e Vittorio Emanuele. Inoltre è stato chiesto alla Regione Lazio la preventiva autorizzazione per l’apertura anche della stazione Ostia-Stella Polare, che eventualmente rimarrà aperta dalle 24.00 alle 05.00 da domenica a venerdì e il sabato dalle 01.00 alle 05.00.

“Sono state messe in campo nuove azioni che ci hanno permesso di ampliare il numero di posti per il Piano Freddo – ha dichiarato Laura Baldassarre, assessore alla Persona, Scuola e Comunità solidale di Roma Capitale -. Stiamo lavorando affinché, in una città complessa come la nostra, si arrivi a tutelare i senza fissa dimora nel miglior modo possibile. E per far sì che l’intera città si prenda cura di queste fragilità, Istituzioni e terzo settore dovranno procedere in sinergia verso una seria programmazione in modo tale che ognuno possa dare il proprio contributo”.

Inoltre, la Comunità Sant’Egidio, di fronte all’arrivo dell’ondata di gelo e la non sostenibilità delle condizioni di vita in strada, ha lanciato un appello per una raccolta straordinaria di coperte, sacchi a pelo e altri aiuti per i senza fissa dimora, soggetti particolarmente a rischio viste le condizioni meteo. Ciò che verrà raccolto, si legge nel comunicato, verrà distribuito durante le cene itineranti svolte dalla Comunità.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.