I bus turistici bloccano il centro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:49

Prosegue la protesta dei bus turistici che, in base al nuovo regolamento adottato dal Campidoglio, dal 1° gennaio non potranno più accedere al centro storico di Roma

La protesta

Da questa mattina decine di torpedoni hanno invaso piazza Venezia creando forti difficoltà di circolazione nell'aree con chiusura di via dei Cerchi e via del Teatro Marcello in direzione piazza Venezia, con pesanti rallentamenti del traffico su via del Circo Massimo e ripercussioni ad ampio raggio sul lungotevere da ponte Sublicio a ponte Garibaldi in entrambe le direzioni. La polizia locale del Campidoglio segnala traffico congestionato nell'area.

Disagi

La protesta, riporta Roma Today, ha provocato il ritardo di diverse linee Atac: H-30-40-44-46-51-60-62-63-64-70-80-81-83-85-87-118-160-170-492-628-715-716-781-916. La scorsa notte diverse pattuglie della Polizia Roma Capitale sono state convogliate nell'area circostante il centro. I vigili hanno preso nota dei numeri di targa dei mezzi e non è escluso che vengano multati

Raggi

Nei giorni scorsi Virginia Raggi aveva accolto con soddisfazione l'ok del Tar al regolamento. “E' una battaglia vinta per i cittadini che ha messo la parola fine a un’anomalia del passato. I magistrati hanno respinto infatti la richiesta di sospensiva del provvedimento, una decisione importante a tutela del nostro patrimonio storico e archeologico, ma anche per abbattere l’inquinamento atmosferico e acustico. Con questo nuovo impianto di regole i pullman turistici avranno a disposizione nuove aree di sosta, brevi e lunghe, con fermate e accessi regolati mediante nuove tecnologie ma fuori dal centro della nostra città. Dovranno inoltre pagare tariffe congrue, tarate sull’impatto inquinante del mezzo. Un cambiamento radicale, una vittoria per i cittadini''.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.