Frongia torna in Giunta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:08

Reintegrato in Giunta Daniele Frongia dopo l'archiviazione della sua posizione chiesta dai pm romani che indagano su “Rinascimento”, l'inchiesta sul progetto dello stadio dell'As Roma a Tor di Valle.

Reintegrato

La sindaca, Virginia Raggi, ha deciso di confermare nel suo incarico l'assessore allo Sport, che si era autosospeso dopo aver appreso di essere indagato per corruzione, pur mostrandosi ottimista sulla possibile archiviazione. “Ho appreso la notizia relativa alla richiesta di archiviazione nei confronti di Daniele Frongia. Sono certa che continuerà a svolgere con rinnovato impegno la sua attività di assessore. Ringrazio la Procura di Roma per il lavoro che sta svolgendo”, dichiara la Raggi.

Sereno

Dopo aver saputo della richiesta di archiviazione, Frongia ha commentato su Facebook: “Ringrazio la Procura della Repubblica di Roma per aver chiarito la mia posizione e richiesto l'archiviazione nella vicenda che mi vede coinvolto. Ribadisco quanto detto anche in passato: non ho mai tenuto comportamenti illegali né scorretti. Non ho mai chiesto, fatto o ricevuto favori. In questi giorni non facili è tuttavia stata una grande emozione ricevere migliaia di messaggi pubblici e privati di vicinanza e stima. Sono onorato della fiducia in me riposta e altrettanto di non avervi deluso. Ringrazio inoltre quei giornalisti che, con grande onestà, hanno da subito sottolineato si trattasse di una vicenda già chiarita (neppure da me ma dalla stessa persona indagata che ne aveva fatto accenno), in alcun modo collegata ai recenti arresti, per la quale, pertanto, era prevedibile una archiviazione. Infine ringrazio Luigi Di Maio, Virginia Raggi e tutto il MoVimento 5 Stelle per avermi sostenuto in questi giorni”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.