Formula E, svelato il tracciato del Gp capitolino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:00

Stavolta il “sì” è definitivo: a Roma ci sarà, il prossimo 14 aprile, il primo Gran premio capitolino di Formula E. Dieci monoposto elettriche sfileranno, per la prima volta in assoluto, sul circuito d’eccezione della Capitale d’Italia (3 km, da Via Cristoforo Colombo all’Obelisco), una sfida già proposta ma perlopiù guardata con perplessità negli anni scorsi. La gara, che si svolgerà sul tracciato dell’Eur (presentato oggi alla stampa), sarà valida per il campionato mondiale 2017-2018 e, come annunciato dalla sindaca Raggi, costituirà un ottimo indotto economico per la città di Roma, considerando le strategie di marketing e di allestimento della Formula E, del tutto simili a quelli della Formula Uno.

Raggi: “Investimenti e benefici”

Ma, al di là di questo, il principale beneficio riguarderà proprio il luogo di svolgimento del Gp e, più nello specifico, l’Eur Spa, particolarmente interessata a un’attenzione planetaria che possa coincidere con un incremento di congressisti nella Nuvola di Fuksas (dove il Gp è stato presentato). Soddisfatta la sindaca Raggi: “Roma protagonista della scena internazionale con l’Eur a fare da palcoscenico ad una tappa della Formula E. Futuro significa mobilità sostenibile, innovazione ma soprattuttorispetto dell’ambiente. Con questa manifestazione l’indotto economico sarà consistente, come già sperimentato da altre grandi realtà territoriali europee”. Secondo la prima cittadina, il Gran premio sarà “un evento che porterà investimenti e benefici concreti in città come strade nuove e colonnine di ricarica elettrica. Vogliamo che a Roma circolino sempre più veicoli a energia pulita perché per la nostra amministrazione la mobilità sostenibile e la tutela ambientale sono obiettivi estremamente importanti”.

Agag: “Entusiasti per il Gp”

Provando a tracciare alcune stime, l’indotto economico per la città di Roma dovrebbe aggirarsi attorno ai 60 milioni di euro in 3 anni e, secondo quanto spiegato da Roberto Diacetti, leader di Eur Spa, “il circuito verrà montato  15-20 giorni prima dell’evento” ma con chiusura al traffico della zona attorno all’obelisco di Marconi concentrata nelle giornate del 14 e 15 aprile. Grande soddisfazione anche per Alejandro Agag, ad di Formula E: “Siamo entusiasti di presentare oggi il primo E-Prix di Roma: una manifestazione che coinvolgerà e farà divertire tutti i cittadini romani, oltre a creare una serie di benefici per la Capitale. Vedere sfrecciare le monoposto elettriche per le strade di Roma sarà un’esperienza imperdibile e non vediamo l’ora di poter assistere alla competizione”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.