“E…state con noi”: lo spazio per anziani dove trovare ristoro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:08

Prende il via “E…state con noi 2019”. E' questo il nome del progetto di inclusione e aggregazione proposto da Acli Roma e dalla Federazione anziani e pensionati (Fap) delle Acli della Capitale per gli anziani. Uno spazio dove le persone di una certa età possono trovare compagnia e ristoro nelle giornate di grande caldo dei mesi estivi romani. Gli anziani sono particolamente fragili alla calura estiva e necessitano di luoghi freschi e costante idratazione.

Il progetto

A partire da lunedì prossimo, 1 luglio, fino a venerdì 9 agosto, nei giorni feriali, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17, nella sede provinciale delle Acli di Roma (in Via Prospero Alpino, 20) gli anziani potranno usufruire di uno spazio con aria condizionata, accesso wi-fi, sala lettura, angolo ristoro con succhi, snack e altro ancora. “Il nostro obiettivo – affermano in un comunicato congiunto Lidia Borzì (Acli Roma) e Francesco De Vitalini (Fap Acli Roma) ripreso dal Sir – è quello di andare oltre la risposta temporanea all’emergenza, che in questo caso è data dal caldo, e riuscire a creare una rete di protezione sociale a tutto tondo che resti attiva ogni giorno dell’anno e che possa aiutare gli anziani in tutte le difficoltà che possono avere”. Tantissime le iniziative, anche di lungo respiro. Nei luoghi di aggregazzione sarà garantito lo scambio intergenerazionale con la presenza dei volontari di Servizio civile delle Acli, che si metteranno a disposizione per corsi di alfabetizzazione digitale per l’uso degli smartphone e dei tablet. Gli anziani potranno quest’anno anche misurare la pressione e usufruire di consulenza psicologica e di un nutrizionista per una nutrizione più sana. Verrà potenziato, inoltre, il servizio gratuito di taxi sociale delle Acli Roma, dedicato proprio agli anziani più fragili. Un luogo dove superare la calura estiva e al contempo socializzare.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.