Blitz contro il clan Casamonica: 31 arresti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:17

Un duro colpo al clan Casamonica è stato infero dai Carabinieri del Comando di Roma. Infatti, i militari hanno eseguito – tra la Capitale e le province di Reggio Calabria e Cosenza – 37 misure cautelari in carcere, emesse dal gip di Roma su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, a carico di persone alle quali viene contestato anche l'articolo 416bis del codice penale, “per aver costituito e preso parte all'associazione mafiosa denominata clan Casamonica”. Il bilancio dell'operazionecontro gli esponenti del clan mafioso parla di 31 arresti e sei persone al momento ricercate

La maxi operazione

All'operazione, denominata “Gramigna”, hanno partecipato circa 250 militari del Comando provinciale di Roma con l'ausilio di unità cinofile, un elicottero dell'Arma e personale dell'8 Reggimento “Lazio”. Per gli inquirenti il ruolo apicale di promotore è ricoperto da Giuseppe Casamonica, recentemente uscito dal carcere dopo circa 10 anni di detenzione. I destinatari delle misure cautelari sono ritenuti responsabili, in concorso fra loro e con ruoli diversi, di “aver costituito un'organizzazione dedita al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione, usura, concessione illecita di finanziamenti ed altro, tutti commessi con l'aggravante del metodo mafioso“.

Il plauso di Salvini

“31 arresti per mafia, spaccio di droga e usura di esponenti del clan dei Casamonica (quelli che mi avevano minacciato) con 250 carabinieri al lavoro da stanotte. – ha scritto il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, in un post su Twitter commentando il blitz degli uomini dell'Arma contro i Casamonica -. Grazie. #lamafiafaschifo, vinciamo noi“. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.