Assenteismo in calo, “segnali positivi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:32

Dlla lotta all'assenteismo in Atac arrivano i primi “segnali positivi“. Lo comunica la stessa municipalizzata del trasporto urbano. “Nel secondo trimestre il tasso complessivo di assenze risulta inferiore di 1,3 punti percentuali rispetto al primo trimestre, passando dal 13,67 al 12,33 %. Un'inversione di tendenza che si può riscontrare anche osservando che le assenze rallentano con maggiore intensità nel confronto fra il primo e il secondo trimestre 2017 e lo stesso periodo del 2018″.

La 104

In controtendenza, invece, il “dato sul tasso di assenze legate all'utilizzo della legge 104, sul quale Atac ha giàrichiesto l'apertura di un tavolo presso l'Inps. Nel secondo trimestre tale dato è cresciuto, a fronte del calo generale delle altre tipologie, dal 2,9 al 3,09%”. Il miglioramento degli altri istituti, prosegue l'azienda, “lascia ipotizzare che le politiche messe in campo da Atac per aggredire il fenomeno dell'assenteismo vadano nella giusta direzione“. L'azienda monitorerà attentamente l'evoluzione dei dati nelle prossime rilevazioni “anche per calibrare gli interventi in relazione alle diverse tipologie di assenze e alle diverse famiglie professionali”. 

Referendum

Intanto i promotori del referendum per la privatizzazione della municipalizzata hanno rivolto un appello al Campidoglio affinché adotti un regolamento per informare i cittadini. “Ancora pochissimi romani sono a conoscenza della scadenza referendaria, che può essere invece un'occasione straordinaria di crescita civica – si legge nella nota – La scarsa affluenza alle urne sarebbe invece, comunque la si pensi, un'occasione persa per la città e per la democrazia. Per questo, come comitato promotore dei referendum, abbiamo inviato le nostre proposte di modifica migliorative del regolamento a tutti i consiglieri capitolini. Le nostre modifiche sono state condivise tra l'altro anche dal comitato per il No già costituito, perché la partecipazione si colloca a monte del merito della consultazione. Quello dell'11 novembre sarà il primo referendum di Roma Capitale. Facciamone insieme un precedente positivo per i prossimi anni”. Il regolamento dovrebbe essere adottato oggi. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.