Alberi e rami in strada: disagi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:44

Primi disagi per l'ondata di maltempo che si sta abbattendo su Roma in queste ore. Alberi e rami sono sono caduti per le forti raffiche di vento in diversi quartieri della Capitale

Strade chiuse

E' stata chiusa al traffico una corsia di via di Porta Maggiore come anche via Milano, nel centro storico, per la caduta di alberi e rami sulla carreggiata. In via della Tecnica all'Eur un arbusto è caduto su un'auto in sosta, fortunatamente senza provocare feriti. Problemi analoghi anche a via Pannoia a San Giovanni e su via di Brava. 

Scuole

Ieri il Campidoglio ha disposto in via precauzionale la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado e dei nidi. Le strutture sono aperte al solo personale dirigenziale interno che dovrà verificare eventuali criticità dovute al maltempo. Una decisione, quest'ultima, che non trova d'accordo i presidi. “Ci stiamo chiedendo cosa abbia mosso la sindaca Raggi nel prendere la decisione bizzarra di far presidiare gli edifici scolastici dai presidi lasciando a casa docenti, alunni e bidelli, come se l'incolumità fisica valga soltanto per loro ma non per i presidi” scrive in una nota Mario Rusconi, presidente Anp Lazio. “Ancora una volta l'istituzione comunale confonde e non riesce a distinguere le proprie competenze da quelle dell'Ufficio Scolastico Regionale, attribuendosi prerogative che sono proprie dell'Usr. Se le scuole dovranno essere presidiate soltanto dai dirigenti, saranno loro che dovranno anche occuparsi dell'apertura e chiusura oltre tamponare le eventuali infiltrazioni d'acqua o danni causati dal maltempo? La sindaca ordina ai dirigenti scolastici di fare qualcosa senza averne diritto, dimostrando scarsa attenzione nei loro confronti e riguardo per la loro sicurezza, perdendo completamente di vista lo spirito di collaborazione e di partecipazione che invece dovrebbe esserci fra l'istituzione comunale e l'istituzione scolastica”

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.