Alberi caduti e traffico in tilt

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:01

Non si può dire che quest'ultima parte di agosto sia baciata dal sole. Se ne stanno accorgendo i cittadini romani ormai abituati ai temporali e ai disagi ad essi annessi. E' successo anche questo pomeriggio quando il nubifragio abbattutosi sulla Capitale ha causato allagamenti e fatto riemergere l'emergenza buche. Non pochi problemi per gli automobilisti romani. Infatti, il maltempo ha provocato la caduta di grossi alberi sulla strada nelle adiacenze di piazza del Popolo. L'area è stata transennata dai vigili e chiusa al passaggio di pedoni ed automobili. Disagio si aggiunge ad altro disagio, dunque, visto il divieto di transito su viale del Muro Torto che comincia oggi e dura fino al 3 settembre per lavori sulla rete elettrica. 

Disagi

Un altro albero è caduto, inoltre, a causa del temporale in via Nomentana, all'altezza dello svincolo per il Gra, bloccando il transito e mandando in tilt il traffico. Il temporale ha provocato la caduta di un albero anche in via di Villa Lauchili, tra Vigna Clara e Tomba di Nerone. L'intervento dei vigili del fuoco per il rischio rappresentato da alberi pericolanti è stato necessario anche nel quartiere Nuovo Salario, in via Ettore Petrolini.

Allagamenti che continuano

Il maltempo di questo Ferragosto ha riproposto in anticipo il problema delle buche e dei conseguenti allagamenti sul tessuto stradale di Roma. In particolare, l'area attorno a Piazza del Popolo è stata già nei giorni precedenti soggetta a gravi disagi con tanto di sottopassaggio della stazione di Piazzale Flaminio chiuso per allagamento.

I fondi

Per il controllo delle migliaia di alberi presenti sul manto stradale romano, il Comune ha predisposto un piano che prevede una spesa di 28 mila euro. La giunta Raggi aveva in precedenza preso in considerazione anche l'idea di rimuovere gli alberi che hanno radici pericolose per la sicurezza stradale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.