Addio al “re delle notti romane”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:41

Bella fratè, a frappè”. D'ora in poi non sentiremo più il celebre arrivederci pronunciato sulle tv locali romane da Massimo Marino. Un male incurabile ha stroncato ieri, all'età di 59 anni, l'animatore delle notti della capitale ed ideatore del programma “ViviRoma”. Ad annunciarne la morte è stata la compagna su Facebook: “Un’anima meravigliosa ci ha lasciato – ha scritto – Dopo una battaglia senza tregua, affrontata da vero guerriero, Massimo Marino ha abbandonato questa vita terrena. Il suo spirito ora è finalmente in pace. Rimane un vuoto incolmabile per me, per la famiglia e per tutti quelli che lo hanno amato, ma so che avrebbe voluto un epilogo leggero come nel suo stile di persona solare e positiva e quindi mi sento di chiudere con uno dei suoi slogan più conosciuti: bella fratè, enjoy!”.

Fu anche attore e aspirante politico

Romano del quartiere popolare del Tufello, Marino era il protagonista della trasmissione da lui stesso ideata: armato di microfono, girava incessantemente per discoteche e night club di Roma per far conoscere al pubblico da casa le realtà “hard”, “underground” ed anche “trash” della Città Eterna una volta tramontato il sole. Prima ancora era riuscito a farsi conoscere con la rivista gretuita “ViviRoma Magazine”. L'esordio sullo schermo nel 1995, con la trasposizione in tv del cartaceo. Per lui anche una carriera da attore: ha recitato nei film “Grande, grosso e… Verdone” e “Un’estate al mare” (entrambi del 2008), e poi ancora in “A Natale mi sposo” (2010), “Una cella in due” e “Matrimonio a Parigi” (2011). Marino ha tentato anche la carriera politica, candidato diverse volte al Comune di Roma e alla Regione Lazio con centrosinistra e liste civiche. L'esordio nel 2005 nella lista Consumatori Uniti per Marrazzo alla Regione Lazio: raccolse 1.777 voti. Alle comunali ha sostenuto Walter Veltroni alle elezioni comunali di Roma del 2006 e Francesco Rutelli in quelle del 2008. Due anni più tardi, nel 2010, ha sostenuto Emma Bonino candidata presidente della Regione Lazio nella “Lista civica per Bonino”, raccogliendo 226 voti. Poi ancora nel 2013 il sostegno alla lista autonoma “Alfio Marchini Sindaco”, senza però candidarsi. Ultima candidatura nel 2016, con la lista AssoTutela per Michel Emi Maritato Sindaco.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.