Accordo raggiunto su mense scolastiche e pulizie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:47

E'stato firmato il protocollo d'intesa per la gestione delle mense scolastiche, pulizie degli uffici capitolini e Farmacap con le organizzazioni sindacali, che sancisce la revoca da parte di queste ultime dello stato di agitazione. A darne l'annuncio è proprio il Campidoglio che, come fatto sapere in un comunicato, “si impegna a far avviare a Roma Multiservizi il percorso finalizzato alla qualifica di cuoco con l'obiettivo di garantire l'inserimento al personale ora impiegato nel servizio mense dei nidi e già incluso negli atti di gara che riguardano l'azienda. Il percorso formativo – annunciano – si concluderà entro il mese di novembre e comunque nei tempi previsti per l'aggiudicazione della gara. Per quanto concerne il personale non incluso nel bando di gara e già impegnato nelle mense in autogestione, l'Amministrazione capitolina si impegna a trovare le soluzioni tecnico-economiche per garantire la tutela occupazionale”.

Il protocollo, inoltre, prevede che “in relazione alla gara a doppio oggetto, l'Amministrazione capitolina si impegni nell'individuazione dell'elenco del personale impiegato in ciascuna struttura educativo-scolastica. L'elenco sarà articolato in ore assegnate settimanalmente, mensilmente e annualmente e riporterà la tipologia di contratto di lavoro applicato a ciascun lavoratore”. E' stato inoltre precisato che “riguardo il servizio di pulizia degli uffici di Roma Capitale e in Atac, il Campidoglio si impegna a sollecitare il soggetto aggregatore (Città Metropolitana) affinché venga riattivato il tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali entro il 17 ottobre e affinché Atac fornisca un riscontro alle richieste presentate dalle rappresentanze sindacali entro il 30 settembre. Verrà inoltre fissato, entro la stessa data, un tavolo ad hoc che affronterà la situazione di Farmacap”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.