A Roma la 18esima Fiera della Piccola e Media Editoria

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:44

Dopo lo straordinario successo dello scorso anno che ha registrato un record di presenze, da mercoledì 4 a domenica 8 dicembre si terrà a Roma la diciottesima edizione della Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria, promossa e organizzata dall’Associazione Italiana editori (AIE). L'unica fiera al mondo dedicata alla piccola e media editoria diventa quindi “maggiorenne” e si terrà anche quest’anno, con orario 10-20, nella sede del Convention Center “La Nuvola”, comunemente conosciuto come la “Nuvola di Fuksas”, situata nel quartiere dell’EUR (viale Asia 40-44).

Per i giovani… 

“Più libri più liberi” giunge quindi alla sua 18a edizione e, per cinque intere giornate, consentirà a migliaia di visitatori di scoprire le novità e i cataloghi di oltre 600 editori italiani, d’incontrare autori, di assistere a performance musicali, letture e dibattiti. Un'occasione da non perdere per giornalisti, lettori, addetti ai lavori ma, soprattutto, per giovani e ragazzi che ancora meritoriamente amano i libri. Nell’accogliente “Area Incontri”, infatti, sarà nuovamente allestito lo Spazio Ragazzi, con una marea di appuntamenti previsti e pensati appositamente per loro.

… e per gli adulti

Per quanto riguarda l’editoria destinata ai più grandi, insieme a tanto relativismo ed editori laicisti, resistono, stoiche in questo periodo di crisi le piccole ma valenti editrici cattoliche che, da anni, espongono alla fiera. Fra queste le habitué Paoline, Città Nuova, Effatà e D’Ettoris Editori, quest’ultima con menzione particolare perché, da quasi vent’anni, opera in un contesto difficile come il Meridione d’Italia. Fondata nel 2003 a Crotone dal dott. Pino D’Ettoris (1942-2015), la D’Ettoris è stata fin dall’inizio un progetto condiviso da parte della sua numerosa famiglia. Pubblica da anni libri di qualificato valore storico-scientifico riservando un’attenzione particolare alla saggistica (il catalogo completo è consultabile sul sito www.dettoriseditori.it).

Il fil rouge

Il tema che farà da “filo rosso” a gran parte delle varie iniziative in programma e per le scenografie scelte della Fiera sarà l'Europa, un argomento cruciale da affrontare, come specificano gli organizzatori, “non attraverso speculazioni teoriche ma tramite discussioni aperte, dove confrontarsi su questioni fondamentali come l'identità, il dialogo, i valori“. Non a caso “Più libri più liberi” partecipa ad ALDUS, la rete europea delle fiere del libro cofinanziata dall’Unione Europea nell’ambito del programma Europa Creativa.

E molto altro… 

Per scoprire tutti gli appuntamenti e le iniziative della Fiera si devono però aspettare alcune settimane e poi cliccare sul link ufficiale: https://plpl.it/.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.