Il riso Venere? Perfetto con cipolla rossa e pesce spada

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:10

Riso Venere, pesce spada e cipolla rossa. Il piatto perfetto per l’estate, per una cena tra amici sulla veranda di casa, mentre tra una chiacchiera e l’altra si infila un soffio di brezza che rinfresca la giornata. Ecco come preparare la ricetta di oggi.

Ingredienti

  • 280 grammi di riso Venere
  • 400 grammi di pesce spada
  • olio extra vergine di oliva
  • 4 coste di sedano
  • 2 cipolle rosse di Tropea
  • 1/2 bicchiere di vino
  • 3-4 steli di erba cipollina
  • 1 macinata di pepe
  • Sale

Procedimento

Eliminate la pelle e le vertebre centrali ai tranci di pesce spada, dividendoli in 2 parti. Lavateli, asciugateli e salateli da entrambe le parti. Scaldate due cucchiai di olio in una padella e rosolate i filetti di pesce, un minuto per lato. Bagnate con il vino e fate evaporare.

Pulite il sedano eliminando le basi dure e i filamenti. Dopo averle tagliate a rotelle, unitele al pesce. Bagnate con due bicchieri di acqua e fate bollire circa dieci minuti. Scolate pesce e sedano con un mestolo forato e mantenete al caldo.

Fate bollire l’acqua per cuocere il riso. Versate il riso e lessatelo a fiamma dolce mescolando spesso. Scolate il riso e mettetelo in una padella, aggiungete il liquido di cottura del pesce, filtrandolo con un colino. Cuocete a fiamma viva per circa 5 minuti. Unite 3 cucchiai di olio e mescolate a fiamma spenta.

Nel frattempo, mentre il riso si raffredda, sbucciate le cipolle e affettatele. Trasferite il riso su 4 piatti, completate con i tranci di pesce, le rotelle di sedano e le cipolle a listarelle. Insaporite con abbondante pepe. Buon appetito.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.