Farfalle in fiore: il profumo e i colori dell’orto per un piatto rapidissimo

L'ingrediente principale è tipico dell'orto di casa: sono le zucchine e la loro inflorescenza: i "fiori di zucca" (o fiore di zucchino)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:10

Questa ricetta dal profumo e dai colori tipicamente estivi, è molto rapida da eseguire. Il sugo si può realizzare già mentre attendiamo che bolla l’acqua della pasta. L’ingrediente principale è tipico dell’orto di casa: sono le zucchine e la loro inflorescenza: i “fiori di zucca” (o fiore di zucchino, a seconda dei dialetti regionali). Il fiore è molto delicato, va dunque lavato semplicemente dando una rapida passata in un po’ di acqua fredda e poi messo in padella senza essere asciugato, per non stropicciarlo e strappargli i petali. E’ molto buono anche fritto in pastella. Oggi lo proponiamo accompagnato dalla pancetta o, in alternativa, dalle acciughe. Qui, inoltre, un’altra ricetta a base di zucchine.

Ingredienti per 4 persone:

500 gr di farfalle
10 fiori di zucca
2 zucchine
100 gr di taleggio
2 fettine di pancetta (o 4/5 filetti di acciughe)
50 gr di parmigiano
Olio
Sale
Peperoncino (o pepe)

Procedimento per le farfalle in fiore

In una padella mettere un filo d’olio. Fate rosolare la pancetta e aggiungete poi le zucchine tagliate a rondelle. Fatele cuocere velocemente. Aggiungere i fiori spezzettati e un pizzico di peperoncino, infine il taleggio e amalgamare il tutto. Scolate la pasta rigorosamente al dente e mantecarla al bisogno con un po’ di acqua di cottura e una bella spolverata di parmigiano. Per un sapore più deciso, potete sostituire la pancetta con le acciughe in fase di preparazione. Se preferite il pepe al peperoncino, ricordati di aggiungerlo, magari con l’apposito macinino, solo a fine cottura. Accompagnate con un vino bianco secco. E buon appetito!

La curiosità

Le zucchine sono entrate nella dieta degli europei solo nel 1500. Insieme a pomodori, patate, cacao etc. sono infatti uno degli alimenti importati dal Nuovo Mondo dopo la scoperta dell’America avvenuta nel 1492. Ne esistono diverse varietà: le zucchine lunghe, le più diffuse nei mercati europei. Le zucchine tonde, molto apprezzate in cucina per ricette che richiedano un ripieno. Le zucchine patissone (dette in inglese patty pan), dalla forma lobata e un gusto più deciso di quello delle zucchine comuni, che ricorda vagamente il cuore di carciofo. Infine, le zucchine ‘eccentriche’, così chiamate perché hanno una forma non riconducibile agli altri tipi. Non tutte le zucchine, alcune varietà sono infatti di un bel colore giallo acceso.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.