Bocconcini di porro alla scamorza e pancetta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05

Una delle ricette che preferisco ha come ingrediente principale i porri, ortaggi dalle foglie verde scuro largamente utilizzati nella cucina araba e magrebina. La parte edule è rappresentata dalla parte basale delle foglie – quella bianca – mentre viene scartata la parte apicale. La ricetta che vi proponiamo oggi è di facile realizzazione e si abbina bene a un vino delle mie zone, il Verdicchio di Matelica. Ecco come preparare i bocconcini di porri alla scamorza e pancetta.

Ingredienti

  • 2 porri (possibilmente belli grandi)
  • 150 grammi di scamorza affumicata
  • 2 rametti di timo
  • 50 grammi di burro
  • 4 fettine di pancetta
  • 50 grammi di burro
  • sale e pepe

Procedimento

Come prima cosa pulite i porri: staccare le prime 4 foglie esterne e tagliarle a metà nel senso della lunghezza in modo da ottenere 8 strisce. Portare a ebollizione una pentola di acqua e scottare per alcuni minuti le foglie di porro.

Tritare le rimanenti foglie di porro e, insieme al bacon, farle rosolare in un tegame con metà burro e il timo tritato. Privare la scamorza della buccia e tagliarla in otto fettine.

Stendete una striscia di porro su un tagliere, dividerlo a metà orizzontalmente. Distribuire su una striscia una fettina di scamorza e il composto precedentemente preparato. Ripiegare la foglia di porro su se stessa e avvolgerla con l’altra metà della striscia in modo da formare un fagottino che non faccia uscire il ripieno.

In un tegame far sciogliere il restante burro e far cuocere i fagottini per 2-3 minuti per lato. Insaporire con sale e pepe. Spegnere il fuoco, coprire con un coperchio e lasciate riposare per alcuni minuti i bocconcini.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.