Un aiuto contro i calcoli: tagliatelle alla verza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:06

Chi soffre di calcoli ali reni e alle vie urinarie deve tenere sotto controllo l’alimentazione. Ovviamente, è sempre bene rivolgersi a un medico per farsi consigliare una dieta equilibrata, ma ci sono delle accortezze che si possono mettere in pratica per limitare i fastidi. Bere acqua povera di sali minerali in modo da diluire le urine e rendere più difficile la formazione di calcoli; escludere alimenti che favoriscono la formazione di calcoli come lievito di birra, superalcolici, cacao, cioccolato, selvaggina e cozze.

Oggi vi proponiamo una ricetta a base di verza, un ortaggio adatto a chi soffre di calcoli perché contiene pochi ossalati, sostanze che contribuiscono alla formazione dei calcoli delle vie urinarie. Ecco la ricetta di oggi: tagliatelle alla verza.

Ingredienti:

  • 250 grammi di tagliatelle all’uovo
  • 800 grammi di verza
  • 1 spicchio di aglio
  • 40 grammi di olive nere
  • 1 pizzico di sale fino
  • 3 cucchiai di sale grosso
  • 1 pizzico di pepe

Cuocere la verza

Dividete a metà la verza, privatela della parte centrale, lavatela con cura e tagliate a striscioline di un centimetro. Mettetela in una pentola con acqua bollente salata. Portate a ebollizione e cuocete 20 minuti. Versate le tagliatelle nell’acqua bollente e cuocete cinque minuti. Scolate la pasta insieme alla verza.

Fare il condimento (da preparare mentre cuoce la pasta)

Private le olive dei noccioli e tagliate a pezzettini di circa mezzo centimetro. Fate soffriggere in una casseruola l’aglio con l’olio. Eliminate l’aglio e versate nell’olio fumante la pasta e la verza; cuocete a fuoco vivo per 1 minuto, aggiungete le olive, una spolverata di pepe e servite.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.