MERCOLEDÌ 28 AGOSTO 2019, 06:47, IN TERRIS

ECUMENISMO E DIALOGO

Vescovi polacchi e ucraini per un futuro comune

Giovanni Paolo II dichiarato patrono della riconciliazione tra i due popoli

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
La statua di Giovanni Paolo II al santuario di Częstochowa
La statua di Giovanni Paolo II al santuario di Częstochowa
"E'

nostro desiderio costruire un futuro comune e intraprendere dei passi che servano ad avvicinare le nostre comunità”: lo scrivono in un documento firmato ieri a Jasna Gora - il santuario di Częstochowa, uno dei più importanti centri di culto cattolico della Polonia - il presidente dei vescovi polacchi, mons. Stanislaw Gadecki, e il capo della Chiesa greco cattolica ucraina, Sviatoslav Shevchuk. I presuli si dichiarano “consci dei momenti difficili nella storia delle relazioni tra il popolo polacco e quello ucraino” così come nelle relazioni tra le due Chiese ma affermano di voler “guardare il passato nello spirito evangelico e cioè nella verità, nella carità e nel perdono senza i quali non è possibile alcun dialogo”.


Giovanni Paolo II

Il documento tocca la vita quotidiana di oltre un milione di fedeli. In Polonia infatti risiedono attualmente circa 1,3 milioni di cittadini ucraini, arrivati nel più vicino Paese membro dell’Ue soprattutto in cerca di lavoro. Il documento sottoscritto dai rappresentanti delle due Chiese tuttavia è importante anche nella prospettiva storica della Seconda guerra mondiale il cui 80° anniversario cade il 1° settembre prossimo e a seguito della quale erano state spostate a ovest le frontiere della Polonia, cosicché territori fino al 1939 considerati polacchi oggi fanno parte dell’Ucraina. E proprio in quei territori ai tempi del conflitto furono perpetrati crimini tuttora ricordati con grande dolore da ambedue i popoli. Il documento, firmato al termine del Consiglio dei vescovi diocesani polacchi a Jasna Gora, del quale è stato ospite  mons. Shevchuk, ricorda il contributo alla riconciliazione tra polacchi ed ucraini di Giovanni Paolo II e dei cardinali Jozef Glemp, Myroslav Ljubačivs’kyj e Lubomyr Huzar; inoltre, esprime l’auspicio affinché la Santa Sede acconsenta a dichiarare il Papa polacco patrono della riconciliazione.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Sagra paesana
TORINO

Sgominata banda dell'ammoniaca: 5 arresti

Rubavano nelle abitazioni usando uno spray per neutralizzare gli animali di guardia
La casa il giorno del rogo
FERMO

Bimba morta nel rogo in casa: madre fermata per omicidio

La donna avrebbe ucciso la figlia maggiore e abbandonato il corpo tra le fiamme per coprire le prove
Il nuovo leader dell'Isis
TERRORISMO

L'Isis annuncia il nuovo leader: è il "Califfo" Abu Ibrahim

Guidò la persecuzione sulla minoranza yazidi in Iraq. Su di lui una taglia da 5 milioni di dollari
L'epicentro del sisma
PUGLIA

Terremoto 3.6 nel foggiano

Due scosse di lieve entità nella notte anche in provincia di Bologna
SBARCHI

A processo per la nave Gregoretti, la sfida di Salvini

Il leader leghista: "Sono il primo politico che chiede di essere processato"
WELFARE E ISTRUZIONE

Un'impresa su 3 è guidata da donne

E’ la fotografia delle aziende scattata dall’Osservatorio per l’imprenditorialità femminile di...
VIVERE IN CITTÀ

Se vivi a Roma 254 ore all'anno le passi nel traffico

La Global card scorecard di Inrix pubblica l'analisi dei trend della mobilità e della congestione urbana in 200...
SALUTE

Il virus misterioso che spaventa la Cina

Accertata la terza vittima, 140 i nuovi casi di contagio
NEW ECONOMY

Smart&Start Italia: da oggi si possono inviare le domande

Al via la misura che sostiene la nascita e lo sviluppo di startup innovative. Cosa prevede la circolare ministeriale
RESTAURO

Gli ambulatori delle bambole antiche

Attraverso l'artigianato tornano in vita i ricordi: botteghe specializzate in tutta Italia
POLITICA

Il caso Gregoretti, oggi la decisione

Dal caso Gregoretti al taglio del cuneo fiscale, passando per le sardine in piazza: l'inizio della settimana politica
Un momento degli scontri a sud di Tripoli - Foto © Abdullah Doma per AFP
SCONTRI

Libia, fragile cessate il fuoco. L'Ue invita alla calma

Il vertice di Berlino non spegne le ostilità a sud di Tripoli
Brad Pitt e Jennifer Aniston ai SAG Awards 2020
HOLLYWOOD

Ai Sag "Parasite" fa la storia: vince come "straniero" e "miglior film"

Ma a fare davvero notizia è la reunion di Brad e Jennifer. Vincono anche Phoenix, Zellwegger e Dern
Il blitz nel quartiere romano di San Basilio
SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI

Maxi blitz anti droga a San Basilio: 21 arresti

Legami anche con la 'ndrina calabrese Marando di Platì